Melanoma: sintomi, cause e cura

da , il

    Melanoma: sintomi, cause e cura

    Quali sono i sintomi, le cause e la cura per il melanoma? Il melanoma è un tumore maligno (non benigno quindi) che colpisce per lo più la pelle. Esso, infatti, tende a manifestarsi soprattutto a livello della parti più esposte al sole: viso, collo, cuoio capelluto, spalle e dorso. Non è escluso, però, che il melanoma si sviluppi sulle mucose, comprese quelle della bocca e la congiuntiva. Le cause di questo tumore della pelle sono sia fattori genetici, che ambientali. Ma, quali sono i sintomi da cui riconoscerlo?

    Sintomi

    Il melanoma (che può essere nodulare, amelanotico, desmoplastico e acro-lentigginoso) nello stadio iniziale è asintomatico, cioè non comporta manifestazioni rilevanti. Tuttavia, è comunque possibile individuarlo in base ad una serie di caratteristiche morfologiche. Anzitutto, l’asimmetria del neo, che appare quindi non perfettamente identico nelle sue due parti. In secondo luogo, devono far pensare le caratteristiche del bordo, che può essere irregolare, dentellato o come “sfumato”. Anche il colore è un fattore determinante; non è uniforme, ma con sfumature diverse, sia nere che marroni. Il diametro del melanoma, infine, può essere variabile, sia in larghezza che in spessore, anche in un breve lasso di tempo. Il neo, quindi, può crescere repentinamente e questo deve indurre a consultare subito il medico. Se queste sono le caratteristiche dei nei che possono essere indiziarie di melanoma nello stadio iniziale, nella fase avanzata possono manifestarsi altri sintomi. I più comuni sono: prurito, sanguinamento e ulcerazione. In questi casi si consiglia di consultare immediatamente un dermatologo. Infine, è bene ricordare che il melanoma può svilupparsi sia alla base di un neo preesistente, che nascere come nuova formazione.

    Cause

    All’origine del melanoma possono esserci diversi fattori, sia genetici che ambientali. Come è noto, l’eccessiva esposizione al sole, i cui raggi ultravioletti possono danneggiare il DNA delle cellule, favoriscono lo sviluppo della malattia. In questo senso, sono più a rischio le persone che hanno molti nei o lentiggini e carnagione ed occhi chiari. Ancora, sono considerati fattori predisponenti: la familiarità, precedenti scottature solari e l’assunzione di farmaci immunosoppressori.

    Cura e prevenzione

    Quale cura in caso di melanoma (che non va confuso col mieloma)? La terapia dipende dallo stadio di avanzamento del tumore e dall’eventuale presenza di metastasi in altre sedi del corpo. L’asportazione chirurgica del neo, comunque, si ritiene il trattamento più efficace in questi casi. Negli stadi più avanzati, poi, alla terapia chirurgica si possono affiancare chemioterapia e/o immunoterapia e/o radioterapia. A scopo preventivo, invece, si consiglia una corretta esposizione al sole, osservando tutte le regole dettate dai dermatologi in merito. Inoltre, si raccomandano controlli periodici dei nei che, per caratteristiche morfologiche, appaiono sospetti.