Menopausa tardiva: è rischiosa o benefica?

Menopausa tardiva: è rischiosa o benefica?
da in Menopausa, Salute
    Menopausa tardiva: è rischiosa o benefica?

    La menopausa è una condizione fisiologica che si sviluppa nella donna, di solito dopo i 45 anni, per bloccare il ciclo mestruale. Se questo però si verifica dopo i 53 anni, si parla di menopausa tardiva. La vita mestruale della donna è regolata da un orologio biologico sul quale possono interferire, nell’arco della vita, diverse variabili, una delle quali ad esempio è il fumo. La menopausa segna un passaggio fondamentale nella vita di una donna ed un suo verificarsi tardivo è ritenuto protettivo nei confronti di ossa e di sistema cardiocircolatorio. Diversa è invece la situazione per quel che riguarda la mammella e l’utero.

    In questi due casi, ma soprattutto nel primo, gli estrogeni possono svolgere un ruolo nella promozione di tumori al seno. Diversi studi, infatti, dimostrano che le donne in menopausa tardiva presentano un fattore di rischio maggiore rispetto a quelle in menopausa regolare. La correlazione che viene indicata è quella relativa all’esposizione di estrogeni della ghiandola mammaria durante l’arco della vita. E i 10 anni (almeno) in più di ciclo mestruale possono risultare nocivi per la salute della persona.

    Quindi, più lunga è l’età fertile di una donna, maggiore è l’esposizione delle ghiandole mammarie agli estrogeni.
    Come detto in precedenza, però, ci sono anche diversi vantaggi con la menopausa tardiva e i metodi diagnostici preventivi, come la mammografia eco pelvica, sono così sensibili da garantire tranquillità se i controlli vengono effettuati periodicamente, cosa che tra l’altro dovrebbe fare qualsiasi donna, anche in menopausa regolare.

    316

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MenopausaSalute
    TOP VIDEO
    PIÙ POPOLARI