Menta: proprietà e benefici

da , il

    Menta: proprietà e benefici

    La menta (o Mentha piperita) ha diverse proprietà e benefici, che tutti noi possiamo sfruttare senza difficoltà. Insieme ad altre erbe aromatiche (come la salvia, il basilico e il rosmarino), infatti, è sicuramente tra le piante che quasi tutti noi abbiamo in casa. Non tutti sanno, però, che le nostre nonne la utilizzavano come rimedio naturale, sfruttandone tutte le proprietà cosmetiche e terapeutiche.

    Proprietà e benefici

    In fitoterapia la menta è conosciuta anzitutto per le sue proprietà cicatrizzanti e disinfettanti. Inoltre, può essere utile in caso di disturbi gastro-intestinali (diarrea e altri disturbi gastrici) e per favorire la digestione. La menta contiene anche vitamina C e sostanze antibiotiche; per questo può rivelarsi un utile coadiuvante nel trattamento di tosse, raffreddore e febbre. In questo senso è ottima anche l’azione del mentolo (ugualmente contenuto nella pianta), che da sempre è considerato un vasodilatatore per la mucosa nasale; non è un caso, quindi, che molti prodotti in commercio contengano proprio questa sostanza. Ancora, la menta ha proprietà rinfrescanti, tonificanti e purificanti. Per questo, essa viene utilizzata negli shampoo e negli altri prodotti cosmetici che troviamo normalmente in commercio. Infine, alcune recenti ricerche scientifiche, hanno rilevato che la menta può essere utile anche nel trattamento delle emicranie e cefalee.

    Come sfruttare le proprietà della menta

    Per sfruttare alcune proprietà della menta la si può utilizzare per preparare delle tisane, ottenute immergendo in acqua bollente le foglie essiccate della pianta. Ne bastano solo due cucchiaini (per ogni tazza di tisana), per sfruttarne tutte le proprietà digestive. Per rinfrescare l’alito e esercitare un’azione antisettica su tutta la bocca, invece, potete sfruttare tutti i benefici del mentolo. A questo scopo, si può preparare a casa un collutorio alla menta, lasciando in infusione per dieci minuti in 200 millilitri d’acqua bollente un cucchiaino di foglie di menta essiccate. L’infuso, però, prima di essere utilizzato, dovrà essere filtrato e lasciato raffreddare. In alternativa, in caso di alito cattivo, si possono fare anche dei gargarismi con 5 mg di foglie fresche in 100 ml di acqua.

    Controindicazioni

    Anche nel caso dell’assunzione della menta, la parola d’ordine è moderazione. Infatti, un uso eccessivo può causare alcune controindicazioni come: reazioni allergiche, epatotossicità, nausea, vertigini, aumento del reflusso gastroesofageo e insonnia (per questo motivo si sconsiglia di assumere le tisane di menta la sera).

    In alternativa, sfruttate tutte le proprietà della salvia, utile anche per prevenire l’osteoporosi.