Menu di Natale light: consigli e idee per ricette leggere e veloci

da , il

    Menu di Natale light: consigli e idee per ricette leggere e veloci

    Preparare un menu di Natale light è possibile, usando ricette leggere e veloci si può festeggiare senza eccedere con grassi e calorie ma senza rinunciare al gusto e alla bontà dei piatti della festa. Il segreto è scegliere cibi sani e dare la precedenza alle verdure che si possono cucinare in tantissimi modi e che riducono fortemente l’apporto calorico di un cenone che facilmente può anche arrivare anche a 4000 calorie.

    Un cenone o un pranzo di Natale light è consigliabile per le persone in sovrappeso e soprattutto per coloro che soffrono di patologie come diabete e colesterolo alto. Le scelte su cui possiamo concentrarci per un pasto natalizio sono di sicuro il pesce, la carne magra come il pollo o il tacchino e la verdura. Ma quello che si deve tenere sempre presente sono le quantità: abbiamo già spiegato infatti che per non ingrassare a Natale bisogna evitare di riempirsi il piatto, ma piuttosto di diminuire le dosi, ma assaggiando comunque sempre tutto. Quindi la regola numero uno è utilizzare piatti più piccoli in modo da contenere già visivamente le quantità di cibo!

    Idee per il menu delle feste

    Detto questo concentriamoci sui cibi e sulle portate per i banchetti delle feste:

    Intanto per quanto riguarda gli antipasti come dicevamo bisogna puntare sulle verdure e sul pesce, evitare olive, salse grasse e salumi sarebbe una buona idea. Si può preparare una salsa allo yogurt e spezie, al posto della classica maionese, da abbinare a una bella porzione di cruditè colorate. Un piatto che si può utilizzare come antipasto leggero è anche la bagna cauda, una salsa calda a base di acciughe, aglio e olio servita in una piccola ciotolina che ben si accompagna alle verdure lesse e crude. Altri antipasti light sono le acciughe marinate, piccolo carpaccio con rucola e scaglie di grana e insalatina di arance, soncino e aceto balsamico.

    Primi piatti

    I primi piatti devono essere in quantità di circa 70-80 grammi di pasta. Si può fare una spaghettata con vongole veraci e peperoncino, o allo bavette allo scoglio, delle pennette con sugo leggero di pomodoro fatto con uno spicchio di aglio e olio, gamberi freschi e zucchine, dei classici bucatini, bavette o vermicelli con salmone, ma invece di usare la panna, per preparare la salsa a cui aggiungere il salmone utilizzando yogurt magro oppure ricotta mischiata a un po’ di acqua di cottura della pasta e con una spolverata di erba cipollina. In ogni caso meglio evitare la pasta all’uovo, altrimenti la quantità dovrà essere minore. Si può preparare anche una lasagna al forno con poca besciamella e tanto sugo di pomodoro, purchè la porzione sia veramente minima (circa quattro forchettate)

    
Secondi piatti

    Limitarsi a un solo secondo piatto senza fare bis. Pesce arrosto come branzino e orata, così come l’arrosto di tacchino o il classico roast beef sono perfetti. L’arrosto di tacchino può essere anche farcito purchè ripieno di verdure e non di altre carni. Per quanto riguarda lo zampone e il cotechino con le lenticchie, a Capodanno si possono mangiare ma sempre limitando la quantità ad un assaggio: due fette di cotechino e una cucchiaiata di lenticchie sono sufficienti.

    Contorno

    Verdure varie, meglio se crude o lesse, oppure appena ripassate in padella con un filo di olio e cipolla o aglio. Evitare il fritto, troppo pesante insieme a tutte le altre portate, così come le cotture con burro e salse grasse. Prediligiamo verdure a foglia verde e lasciamo un pochino da parte patate e legumi visto che sono più calorici. Bene anche cavoli, broccoli, e rape condite con olio di oliva e la cara vecchia insalata mista con foglie verdi e rosse, pomodori, carote e finocchi.

    Frutta

    Abolitela in questi lauti pasti in quanto o la sostituite al dolce in forma di macedonia con succo di ananas senza zucchero, altrimenti diventa un’aggiunta di calorie inutili. Lo stesso vale per la frutta secca: evitarla sarebbe l’ideale, se proprio non potete farne a meno, limitatevi a una noce o a un dattero

    Dolce

    A Natale non si può evitare il dolce, quindi è concesso purchè non si esageri: una piccola fetta di pandoro (sottile) o di panettone e un pezzetto di torrone si possono prendere.

    Menù di Natale tipo

    Antipasto

    Piatto misto di mare composto da 50 grammi a porzione di acciughe o alici marinate con limone e prezzemolo, accompagnate da alcune fettine di salmone affumicato condito con pepe rosa e succo di limone

    Primo piatto

    Mezza porzione di spaghetti allo scoglio (70 grammi) con sugo di pomodoro oppure in bianco con gamberi/gamberetti, cozze e vongole.

    Secondo piatto

    150grammi di gamberoni alla griglia conditi con un po’ di olio extravergine d’oliva, del succo di limone e prezzemolo, oppure 150 grammi di branzino o anche orata al sale cotta nel forno, oppure dell’arrosto di tacchino.

    Contorno

    Insalata mista, verdure grigliate, verdure saltate in padella con un filo di olio, aglio e peperoncino.

    Alcolici

    2 bicchieri di spumante o champagne secco

    Dolce

    Una fettina sottile di pandoro o di panettone e un pezzettino di torrone

    Foto di Conanil