Mettersi a dieta seriamente: perchè non farlo in estate

da , il

    Mettersi a dieta seriamente: perchè non farlo in estate

    Alzi la mano chi in inverno, complici anche i vestiti più larghi e comodi che nascondono meglio i chili di troppo, non si è lasciato andare a qualche sfizio in più. Poi, con l’arrivo della fatidica prova costume, si decide di mettersi a dieta seriamente: ma fare la dieta in estate è davvero la scelta giusta? In realtà potrebbe rivelarsi un’abitudine controproducente.

    Se da un lato è vero che il caldo riduce l’appetito dall’altro rende la perdita di peso più difficile, vediamo insieme il perché di questo apparente paradosso. Il nostro corpo consuma energia per compiere ogni tipo di attività, anche le funzioni vitali come respirazione, circolazione sanguigna etc. Viene spesa energia anche per mantenere costante la temperatura corporea intorno ai 37°. Questo in estate è intuitivamente più faticoso e richiede quindi un dispendio energetico minore a causa della calura esterna. Una ricerca recente dell’University College di Londra, pubblicata su Obesity Reviews, ha confermato che è meglio mettersi a dieta seriamente in periodi non troppo caldi sostenendo peraltro che anche in inverno, se si vive in appartamenti con i riscaldamenti costantemente alti, perdere peso è più difficile. A questo bisogna aggiungere che, sempre a causa del caldo eccessivo, in estate ci si muove mediamente meno e si sospende la palestra. E’ bene quindi se si decide di mettersi a dieta seriamente in estate cambiare le proprie abitudini senza rinunciare allo sport, optando magari per una bella nuotata rinfrescante. Ma allora chi si riduce a diete lampo per la prova costume non ha speranze? Non proprio: quantomeno in estate la luce aiuta a regolarizzare il metabolismo e in generale è più facile eliminare le tossine accumulate nei mesi invernali.

    Come accennato sopra inoltre il caldo riduce l’appetito e ci si accontenta di cene leggere e di frutti di stagione meno calorici di quelli invernali.