Miele di Manuka contro la resistenza antibiotica

da , il

    Miele di Manuka contro la resistenza antibiotica

    Il miele si sa è una fonte di benessere, oltre ad essere un dolcificante naturale digeribile e consigliato nelle diete ipocaloriche al posto dello zucchero e le tipologie e varietà di questo prodotto, frutto della collaborazione dei fiori e delle api, sono davvero tante e tutte con gusti e proprietà diverse. Il miele di Manuka, proveniente dalla Nuova Zelanda, possiede molti benefici per la salute, confermata anche da ricerhe mediche, ma la novità è che sembra avere una particolare efficacia contro resistenza antibiotica.

    Questa condizione si sviluppa nella nostra epoca a causa della continua crescita dell’uso degli antibiotici anche per tempi prolungati, con il risultato che i batteri e virus, stanno diventando più forti e quasi immuni alle sostanze che dovrebbero contrastarli, provocando il mal funzionamento di questi farmaci, che vanno a intralciare quindi le terapie mediche e ne vanificano l’efficacia nella lotta alle malattie ad essi correlati.

    Ma secondo un studio gallese, questo particolarissimo miele oltre al suo già conosciuto potere contro le infezioni, avrebbe la caratteristica di contrastare il fenomeno dell’antibiotico resistenza.

    Lo studio condotto dai ricercatori dell’University of Wales Institute Cardiff, sotto la guida della dottoressa Rose Cooper, ha messo in evidenza come questo miele abbia la proprietà di contrastare questa situazione, aumentando così l’efficacia delle terapie farmacologiche.

    Nello specifico alcune delle sostanze contenute nel miele, permettono di attaccare la bio-pellicola che ricopre e protegge i batteri, alterandola, intralciando la formazione di questo film di protezione, impedendogli così di moltiplicarsi ed evitando di conseguenza che l’infezione dilaghi.

    Questa ricerca è stata presentata in Inghileterra ad Harrogate, in occasione della Conferenza di Primavera della Society for General Microbiology ed è stato spiegato che gli esperimenti sono stati condotti su vari agenti patogeni, come gli Streptococchi e la Pseudomonas, con risultati positivi in seguito all’uso del miele. La risposta quindi è di associare il miele di manuka alla normale terapia antibiotica per potenziarne l’effetto.