Obesità: serve aumentare i prezzi delle bibite gassate?

da , il

    Obesità: serve aumentare i prezzi delle bibite gassate?

    Aumentare i prezzi delle bevande zuccherate per scongiurare la piaga dilagante dell’obesità? Secondo i ricercatori dell’Università Duke di Singapore imporre le tasse sulle bibite edulcorate potrebbe significare meno grassi per molte persone. Chi è abituato a consumarne in gran quantità si ritroverebbe costretto a fare i conti col proprio portafogli. In questo senso, la ricerca condotta da Eric Finkelsteine, non ha nessun colpo di scena finale. E la conclusione è abbastanza scontata: i ricchi continuerebbero a bere bibite gassate e zuccherate mentre i più poveri dovrebbero rinunciarci. La conseguenza diretta di una simile rinuncia di massa, salutare ma pur sempre imposta, è la perdita di peso di numerosi individui.

    Lo studio ha verificato le abitudini alimentari di un campione di famiglie americane e messo in correlazione alcuni fattori capaci di modificare gli acquisti di alimenti e bevande, sia gassate che non. Il carrello della spesa di ogni famiglia varia, chiaramente, dalla composizione del nucleo parentale, dalla demografia e dal costo degli alimenti. Adottare una politica di aumento dei prezzi delle bibite edulcorate inciderebbe significativamente sul consumo delle stesse. E’ l’ipotesi forse piace a chi è contrario all’eccesso di bollicine. Negli ultimi anni, la comunità scientifica è abbastanza unanime contro i drink a base di zuccheri e coloranti proprio per i loro effetti nocivi. Lo scenario che più preoccupa non è solo quello dell’obesità e del diabete ma pure l’aumento delle malattie cardiache e di altri disturbi per la salute umana, come il rischio di parto prematuro.

    Personalmente sono un pò scettica all’idea di trasformare le bibite gassate in prodotti esclusivi. Voi cosa ne pensate?