Olio essenziale di rosmarino: proprietà e controindicazioni

da , il

    Olio essenziale di rosmarino: proprietà e controindicazioni

    L’olio essenziale di rosmarino ha diverse proprietà, ma attenzione alle possibili controindicazioni. Questo olio essenziale è ricavato dal Rosmarinus Officinalis, la pianta di che utilizziamo comunemente per insaporire le nostre pietanze. L’olio essenziale si può utilizzare come anticellulite, antinfiammatorio, energizzante e astringente. Ma come, quali sono i suoi usi e le altre sue proprietà?

    Proprietà e benefici

    Il rosmarino è un arbusto cespuglioso sempreverde dalle foglie piccole e lineari. E’ diffuso soprattutto nel Mediterraneo e viene coltivato anche a scopo culinario. L’olio essenziale di rosmarino, invece, può essere usato anzitutto per far fronte agli stati di spossatezza; se inalato, infatti, dona energia, favorisce la concentrazione e migliora la memoria e le prestazioni intellettuali. Si tratta, poi, anche di un cardiotonico e per questo è indicato a chi ha la pressione bassa. Se, invece, avete la digestione lenta, versatene 2-3 gocce in mezzo cucchiaino di miele. Sarà un vero e proprio toccasana! Come anticellulite, invece, lo si può utilizzare perchè è uno stimolante della circolazione periferica e perché scoglie i grassi. Ancora, se massaggiato localmente diluito in olio di mandorle dolci, attenua i dolori articolari e muscolari, esercitando una generale azione antinfiammatoria in tal senso. Per le sue proprietà astringenti e purificanti, infine, può essere usato per combattere l’acne e la pelle grassa e impura. Ma, quali sono le possibili controindicazioni?

    Controindicazioni ed effetti collaterali

    Non ci sono particolari controindicazioni ed effetti collaterali nell’utilizzo di questo olio. Tuttavia, quando si utilizzano gli oli essenziali, si deve comunque prestare attenzione. Normalmente, infatti, non ci sono problemi nemmeno per un utilizzo sulla pelle, ma è necessario che non si esageri con la quantità applicate. In caso di irritazioni locali, poi, potrebbe trattarsi anche di un’allergia. In questo caso meglio sospendere subito l’utilizzo dell’olio essenziale. Per l’assunzione orale, invece, meglio chiedere al medico. Infine, particolare cautela devono avere le donne durante l’allattamento al seno e la gravidanza. Trattandosi di oli molto concentrati, comunque, rispettate sempre le quantità consigliate e usate anche questi rimedi naturali con moderazione.

    Scoprite anche le proprietà dell’olio essenziale di lavanda e quelle del tea tree oil!