Omocisteina alta: sintomi da riconoscere e rimedi da adottare

da , il

    Omocisteina alta: sintomi da riconoscere e rimedi da adottare

    Parliamo oggi di omocisteina alta, dei sintomi da riconoscere e dei rimedi da adottare nel caso ci si trovasse a fare i conti con una situazione di valori elevati di questa sostanza nel sangue. L’omocisteina è un aminoacido che viene naturalmente prodotto dal nostro corpo e averla in quantità superiori al normale può portare a gravi conseguenze di salute come l’insorgenza di malattie più che altro del sistema cardiovascolare quali ipertensione, arteriosclerosi, infarti, ictus oltre che al diabete, osteoporosi e degenerazione mentale come il morbo di Alzheimer.

    L’omocisteina alta o iperomocisteinemia, diventa quindi responsabile di malattie varie, specialmente legate al sistema cardiocircolatorio. Le statistiche infatti dicono che in pratica chi soffre di omocisteina alta ha un fattore di rischio doppio nell’insorgenza di questo tipo di patologie, è dunque importante conoscere quali sono i sintomi, le eventuali misure e i rimedi medici da adottare per riportarla a valori normali evitando conseguenze più gravi.

    Omocisteina alta: i sintomi

    La concentrazione di omocisteina nel plasma è data dalla combinazione di fattori genetici, fisiologici o esterni anche di stile di vita, come seguire un’alimentazione povera di frutta e verdura utilizzare farmaci particolari o soffrire di malattie ereditarie. I sintomi tipici sono l’indurimento delle arterie o aterosclerosi, una eccessiva coagulazione del sangue che può portare a coaguli di sangue che rendono più lento e difficoltoso il normale flusso sanguigno e quindi provocare tutta una serie di conseguenze dall’infarto all’ictus. Quindi controllare i valori di omocisteina quando si fa un esame del sangue è assolutamente importante specie se si è sulla cinquantina e fumatori.

    Rimedi contro l’omocisteina alta

    Per curare l’iperomocisteinemia è necessaria nelle forme più gravi l’assunzione di acido folico che il medico prescriverà dopo aver fatto tutti gli esami del caso che si può prendere sotto forma di integratore oppure con la dieta che richiederà l’introduzione di una dose massiccia di cibi vegetali. La verdura in generale e soprattutto quella verde a foglia larga, è essenziale per introdurre una buona quantità di acido folico, lo stesso vale per la carne, così come sono importanti le vitamine del gruppo B (B6 e B12). Quindi il primo passo per combattere valori alti i omocisteina è una dieta ricca di fibre con almeno 5 o 6 porzioni quotidiane tra frutta e verdura. Oltre alla dieta sana, equilibrata e ricca di vegetali con un limitato consumo di grassi saturi come il burro (a cui è preferibile l’olio extravergine di oliva), insaccati e formaggi grassi e con una giusta ripartizione nella settimana tra carne, pesce e uova, livelli alti di omocisteina si combattono anche con una regolare attività fisica ed evitando il fumo e l’abuso di caffè.