Operazione fegato: curate le metastasi con un intervento al banco

da , il

    Operazione fegato: curate le metastasi con un intervento al banco

    Effettuata per la prima volta un’operazione al fegato, finalizzata ad eliminare delle metastasi inattaccabili dalla chemioterapia, al di fuori del corpo del paziente, dopo l’asportazione del fegato stesso. Questo tipo di operazione, detta ‘al banco’, ha permesso allo staff di medici dell’Unità di chirurgia epatobiliare dell’ospedale di Padova di rimuovere l’organo dal corpo di una donna, di ripulirlo dalle metastasi e di reinserirlo successivamente nell’addome. L’intervento, guidato dal professore Umberto Cilli, è durato complessivamente venti ore consecutive. Ora la donna sta bene, è stata dimessa in buona salute e si apre uno spiraglio di speranza per tutte quelle persone affette da tumore al fegato non operabile con le classiche tecniche chirurgiche.

    Per portare a termine questa impresa, i medici hanno asportato l’organo mantenendo intatte le diverse strutture vascolari, quindi sono intervenuti su di esso, rimuovendo tutte le metastasi, ed infine lo hanno reimpiantato con una doppia operazione per confezionare i collegamenti biliari e vascolari.

    l tumori al fegato di tipo primario e secondario rappresentano la forma di cancro più comune nel mondo, la cui terapia più efficace è rappresentata dall’intervento chirurgico, cui però solo il 20% circa dei pazienti è idoneo. Nel primo caso la sopravvivenza riguarda circa il 35-40% dei malati, mentre per chi non può sostenere un’operazione al fegato le aspettative di vita non superano i 12 mesi.

    Quanto accaduto a Padova può invece ora aprire un ampio ventaglio di opportunità per coloro che sono ritenuti al momento inoperabili e dare una speranza in più nella lotta a questa terribile malattia.