Ovaio policistico: più a rischio di malattie cardiovascolari le donne affette

da , il

    Ovaio policistico: più a rischio di malattie cardiovascolari le donne affette

    L’ovaio policistico è un disturbo che colpisce in media tra il 5 e il 10% delle donne in età fertile. Diversi sono i sintomi da cui possiamo riconoscere la patologia: dall’amenorrea (ossia una vera e propria mancanza delle mestruazioni), da un’alterazione dei normali ritmi con cui queste ultime si presentano, dall’irsutismo (soprattutto a carico del viso, del petto e dell’addome), ma anche dalla pelle grassa e dall’acne, che rappresentano ugualmente un sintomo e che generalmente si accompagnano alla patologia. L’ovaio policistico, però, può avere anche altre conseguenze sulla salute e anche più gravi.

    A confermarlo è una recente ricerca, che mette in evidenza il maggiore rischio di andare incontro a malattie cardiovascolari per le donne che sono affette da ovaio policistico. La ricerca è stata condotta dall’Aristotle University of Thessaloniki (Grecia), da un team di ricercatori guidati dal professor Konstantinos Toulis. Per portare a termine lo studio sono stati analizzati i dati di 130 diverse indagini diagnostiche in circa 6.260 pazienti e ben 4.546 controlli, con lo scopo di individuare alcuni markers biologici nel sangue, specifici del rischio cardiovascolare. Ne emerso che 7 di questi marker su 10 hanno valori più elevati nelle donne affette da sindrome dell’ovaio policistico.

    Questa ricerca conferma, purtroppo, per chi è affetto da questa patologia, questo ulteriore rischio per la salute. Ecco perché è importate tenere sempre sotto controllo e curare l’ovaio policistico. Molte donne, invece, tendono a non considerare molto seriamente la patologia, che comunque, è bene ricordarlo, è anche causa di infertilità femminile. Se soffrite di uno dei sintomi indicati sopra potete fare una ecografia delle ovaie, che è l’esame che solitamente viene prescritto per diagnosticare l’ovaio policistico.