NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Ovaio policistico: sintomi, cause, cura e gravidanza

Ovaio policistico: sintomi, cause, cura e gravidanza
da in Fertilità, Ginecologia, Malattie, Salute, ovaio policistico
Ultimo aggiornamento:
    Ovaio policistico: sintomi, cause, cura e gravidanza

    Quali sono i sintomi, le cause e la cura per l’ovaio policistico? Come interferisce con la gravidanza questa patologia? L’ovaio policistico è un disturbo molto frequente tra le donne. Dato che è anche causa di infertilità femminile e può quindi influire sul desiderio di avere una gravidanza, è importante capire quali sono i sintomi e le cure dell’ovaio policistico.

    Ovaio policistico: i sintomi da cui riconoscere la patologia

    I sintomi che in genere si trovano sempre in questo tipo di patologia sono costituiti dall’amenorrea, ossia una vera e propria mancanza di mestruazioni, dall’alterazione dei ritmi con cui queste ultime si presentano o dalle perdite di sangue, non accompagnate però dalle ovulazioni. Una conseguenza e anche un sintomo della sindrome dell’ovaio policistico è l’irsutismo, soprattutto a carico del viso, del petto e dell’addome. Tra i sintomi, anche l’acne e la pelle grassa, che possono rappresentare pure una conseguenza della patologia.

    Ovaio policistico: le cause del problema

    La più importante causa dell’ovaio policistico è lo squilibrio ormonale, quindi una non equilibrata produzione da parte dell’organismo di androgeni ed estrogeni. Proprio l’elevata concentrazione di androgeni all’interno delle ovaie, in cui si svolge la maturazione del follicolo, provocano una sua incompleta maturazione. L’incompleta maturazione di numerosi follicoli, a sua volta, determina la formazione di piccole cisti. In alcune donne si osserva anche una familiarità per la sindrome.

    Ovaio policistico: le cure e le conseguenze possibili

    Per quanto riguarda la cura dell’ovaio policistico, invece, può essere determinante un cambiamento nello stile di vita, che comprende lo svolgimento di attività fisica e un’alimentazione adeguata. Anche la riduzione del peso eccessivo rientra tra le cure dell’ovaio policistico.

    Esistono poi una serie di rimedi di tipo farmacologico, ciascuno dei quali è dedicato a risolvere un determinato aspetto della patologia. Molto spesso, per la risoluzione del problema, viene prescritta la pillola anticoncezionale, che agisce a livello ormonale. Tra le cure più opportune per risolvere l’ovaio policistico, gli antiandrogeni, che riducono la produzione di androgeni e quindi anche l’acne e l’irsutismo. Contro la peluria eccessiva, soprattutto per quella del viso, si può usare anche l’eflornitina, di solito nella formulazione in crema. Anche i retinoidi, gli agenti antibatterici e gli antibiotici possono essere utili per trattare l’acne e la produzione eccessiva di serbo da parte della pelle. In ogni caso,il problema dell’ovaio policistico,non deve essere sottovalutato, dato che in alcuni casi esso può avere anche delle conseguenze rilevanti come il diabete, l’insulino-resistenza e portare a problemi cardiovascolari. L’esame che solitamente viene prescritto per diagnosticare l’ovaio policistico è l’ecografia delle ovaie, che può rilevare la presenza di cisti ovariche, ovaio multifollicolare o micropolicistico o endometriosi.

    558

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FertilitàGinecologiaMalattieSaluteovaio policistico
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI