Pasqua e diete, come non ingrassare tra uova di cioccolato e colombe

da , il

    Pasqua e diete, come non ingrassare tra uova di cioccolato e colombe

    Pasqua si avvicina, per chi è convinto che manca ancora più di un mese ricordo come il mese passa in fretta e soprattutto che uova di cioccolato, cioccolatini e colombe in media popolano le nostre tavole ben prima del pranzo pasquale, e oltre. Pasqua, primavera, dolci, festa entusiasmo culinario a parte c’è chi già si dispera in previsione della faticosa dieta sfumata assieme all’agnello, i consigli sono sempre utili, anche per chi non fa della dieta una ragione di vita. Le feste portano chili, inutile negarlo, se a Natale panettone e torrone diventano un nemico da evitare a Pasqua rischiamo la linea con uova, ovetti e colombe, senza prendercela con la cucina Italiana, invidiata da tutto il mondo, meglio fare un po’ di mea culpa e cercare di autoregolarsi, senza offendere nonne e mamme.

    Uova di cioccolato e colomba sono tentazioni davvero difficili da mantenere a bada, eppure se cerchiamo di mangiare con moderazione senza strafare e soprattutto limitando la festa ai veri giorni di festa, gli avanzi siamo obbligati a snobbarli, potremmo vincere la sfida.

    La colomba pasquale è un dolce preparato con farina, uova, burro, zucchero, lievito naturale, scorze di agrumi canditi e glassatura alle mandorle, le sue calorie variano, a seconda della farcitura, tra le 400 e le 500 ogni 100 g, e l’elevato contenuto di grassi e zuccheri suggerisce a chi ha problemi di ipercolesterolemia di consumarne con molta moderazione. Il suggerimento dei dietologi è semplice, non occorre rinunciare alla colomba ma magari fare a meno della farcitura si, inoltre è buona regola mangiare dolci non a fine pasto, dove la digestione è già affaticata, ma a colazione o merenda.

    Le uova di cioccolato sono italiane al 100%, l’idea infatti nasce oltre due secoli fa da un pasticcere torinese, senza maledire la tradizione, davvero non ne vale la pena, si consigliano le uova al cioccolato fondente, meno caloriche del cioccolato al latte. Assolutamente da scartare le uova con il guscio di cioccolato e le decorazioni in zucchero bianco, bellissime, buonissime, ma capaci da sole di aumentare il livello di insulina e l’accumulo di adipe.

    Infine particolare attenzione va riposta sugli ovetti, uno tira l’altro e tanto che male vuoi che facciano sono così piccoli, spesso questi ovetti si presentano ripieni di crema di gianduia oppure di cioccolato bianco, alla fine sono più calorici dell’uovo con sorpresa. Ultimo consiglio a Pasquetta fate una notevole passeggiata, niente penichella all’aria aperta ma sano esercizio fisico per smaltire e tornare in forma.