Per curare la leucemia in futuro potrebbe esserci l’olio di pesce

da , il

    Per curare la leucemia in futuro potrebbe esserci l’olio di pesce

    Curare la leucemia con l’olio di pesce potrebbe essere a breve una realtà e non solo la ricetta magica di uno stregone. Pare, infatti, che un composto, chiamato delta-12-protaglandin J3, che si trova nell’olio di pesce, sia in grado di uccidere le cellule staminali della leucemia senza portare effetti collaterali.

    La ricerca, pubblicata sulla rivista Blood, è stata condotta dalla Penn University, negli Stati Uniti e i risultati si sono mostrati efficaci nella cura della leucemia mieloide cronica nei topi.

    Questa selezione cellulare è importante perché ad oggi le cellule staminali non vengono eliminate completamente, quindi la malattia non viene del tutto curata: più che altro si tiene basso il numero di cellule leucemiche.

    L’olio di pesce attiva il gene p53, un soppressore del tumore, utilizzato anche per la cura del cancro alla prostata, che programma la morte delle cellule staminali della leucemia, come un killer professionista.

    I topo sottoposti a test sono stati curati definitivamente dalla leucemia: ora, per risultati più attendibili, si aspetta la sperimentazione sugli esseri umani.