Pillola abortiva RU486: controindicazioni ed effetti collaterali

da , il

    Pillola abortiva RU486: controindicazioni ed effetti collaterali

    La pillola abortiva RU486 è il farmaco che ha suscitato più polemiche negli ultimi anni, sia per i suoi effetti collaterali e le controindicazioni, sia per le conseguenze morali ed etiche. Lungamente combattuta dal Vaticano, la pillola RU486, che poi consiste in uno steroide sintetico, il mifepristone, è stata infine approvata ed è divenuta disponibile in Italia. Ma bisogna fare attenzione alle conseguenze sulla salute.

    Nonostante sia necessario un controllo medico e il ricorso al ricovero ospedaliero fino alla certa interruzione della gravidanza, si possono verificare degli effetti collaterali.

    Tra quelli più comuni troviamo nausea, vomito, febbre, dolori addominali, mal di schiena, infezioni virali, vaginiti, insonnia, astenia, sinusite, sincope (queste ultime due in percentuale molto ridotta) e possibili emorragie uterine che vanno da una a due settimane.

    Non da meno sono le controindicazioni, che includono l’allergia al mifepristone, la possibilità di una gravidanza extrauterina, ipertensione arteriosa e insufficienza surrenalica.

    La pillola RU486 non si può quindi somministrare alle pazienti che presentino le controindicazioni appena indicate.