Preservativo femminile: tutto quello che c’è da sapere

da , il

    Preservativo femminile: tutto quello che c’è da sapere

    Il preservativo femminile o femidom non è – come credono alcune – un metodo anticoncezionale, ma serve a proteggersi dalle malattie sessualmente trasmissibili. Il preservativo femminile può essere considerato, a buon diritto, un piccolo strumento rivoluzionario in quanto affranca le donne dalla dipendenza degli uomini in fatto di protezione sessuale.

    Non di rado, infatti, capita che gli uomini siano restii all’uso del profilattico, in questi casi le donne possono provvedere in prima persona a mettere in atto un comportamento sessualmente responsabile indossando il preservativo femminile. Nonostante le numerose campagne di promozione e sensibilizzazione, sono ancora poche le donne sufficientemente informate sul preservativo femminile. Vediamo, dunque, di fornire qualche utile dritta a questo proposito.

    Preservativo femminile: cos’è?

    Preservativo femminile: tutto quello che c'è da sapere

    Il preservativo femminile è costituito da tre parti: due anelli flessibili e una guaina di circa 17 cm che li unisce. Uno dei due anelli è ermeticamente chiuso all’estremità. Il preservativo femminile è realizzato in materiale poliuretano poiché offre una maggiore resistenza rispetto al lattice. Esattamente come il preservativo maschile va usato una sola volta, non è un metodo contraccettivo ma di prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili.

    Preservativo femminile: come si mette

    Preservativo femminile: come si mette

    La prima cosa da fare è aprire il pacchetto strappando la linguetta ed evitando così di usare forbici o coltelli che potrebbero inavvertitamente danneggiarlo. Abbiamo già detto dei due anelli. Quello esterno deve ricoprire la zona intorno all’apertura della vagina, quello intero è la parte chiusa che va inserita all’interno della vagina. Pertanto tenendo la guaina per l’estremità chiusa, si prende l’anello flessibile interno e si preme con il pollice e l’indice (o il medio), in modo che diventi stretto e lungo. Con l’altra mano si schiudono le labbra della vagina e si inserisce delicatamente l’anello interno. Man mano che si spinge con l’indice all’interno del preservativo si sente l’anello salire. Assicuratevi che la guaina non sia attorcigliata e che l’anello esterno rimanga fuori della vagina. Il preservativo femminile è ora pronto per l’uso. Il preservativo femminile va usato una sola volta e può essere inserito in vagina anche alcune ore prima del rapporto. Alla fine del rapporto non è necessario estrarlo subito.

    Preservativo femminile: dove si compra

    Preservativo femminile: tutto quello che c'è da sapere

    In Italia non è semplicissimo reperire il preservativo femminile, forse a causa del prezzo elevato (il costo si aggira intorno ai 7,90 euro per una confezione da tre pezzi) o forse per la mancanza di un’adeguata cultura femminista, fatto sta che il preservativo femminile è ancora drammaticamente assente dai consultori ginecologici. Per molti anni, il preservativo femminile è stato reperibile solo on line su Comodo.it, che lo propone in offerta a 6,80 euro. Oggi è inoltre possibile acquistarlo in alcuni sexy shop oppure ordinarlo in farmacia.