Prevenzione dell’osteoporosi: in farmacia un libro gratis con tanti consigli utili

da , il

    Prevenzione dell’osteoporosi: in farmacia un libro gratis con tanti consigli utili

    Si parla spesso di osteoporosi, ma molto meno spesso di prevenzione dell’osteoporosi, quasi che si debba considerare una malattia inevitabile. In realtà non è così e la prevenzione dell’osteoporosi è invece possibile, seguendo alcuni consigli utili. Ha proprio questo scopo la nuova campagna informativa ‘Donne in salute’, promossa da Teva Italia, con il patrocinio dell’Osservatorio Nazionale sulla Salute della Donna (Onda). Grazie a questa campagna è possibile ritirare gratuitamente in farmacia un libro ricco di consigli utilissimi per la prevenzione dell’osteoporosi. Il titolo del libro è proprio ‘Osteoporosi e prevenzione’ e si prefigge il giusto obbiettivo di prevenire la malattia, piuttosto che curarla in futuro, quando è più difficile e gravoso.

    L’iniziativa è di fondamentale importanza, se si considera che oggi l’osteoporosi colpisce circa 3 milioni e mezzo di donne e un milione di uomini, provocando fratture alle ossa con significative ripercussioni sulla qualità della vita. Il libro contiene tantissime informazioni utili per combattere la malattia. Dall’alimentazione (con tanto di ricette allegate ricche di calcio), all’attività fisica appropriata (oltre che sottolineare l’attenzione per la postura, fondamentale per preservare la salute scheletrica). Il libro ‘Osteoporosi e prevenzione’ si prefigge però anche altri due importanti obbiettivi. Anzitutto, vuole informare sulla possibilità di trattare l’osteoporosi anche con i farmaci generici, che permettono un risparmio complessivo di circa il 55% rispetto a quelli originali. In secondo luogo, il testo mira a ribadire l’importanza della prevenzione dell’osteoporosi e quindi si rivolge anche ai giovanissimi.

    Infatti, secondo gli studi effettuati, un’adeguata informazione tra giovani e giovanissimi potrebbe portare ad una riduzione del 50% del numero di fratture da osteoporosi in età avanzata. “La prevenzione di questo come di altri mali degenerativi inizia fin da giovani, – commenta Margherita Granbassi, schermitrice italiana, testimonial del progetto – con le buone abitudini di vita. Sport e alimentazione sana, niente fumo e poco alcol. Eppure le giovani non sono sempre consapevoli di questo e spesso considerano malattie che colpiscono le donne mature come assolutamente lontane e improbabili.’ Insomma, un’iniziativa davvero utile che non ci costa nulla, anzi può solo che aiutare la nostra salute!