Problemi psicologici in menopausa: quali sono e come risolverli

da , il

    Problemi psicologici in menopausa: quali sono e come risolverli

    Durante la menopausa una donna subisce inevitabilmente cambiamenti fisici: di questo abbiamo parlato più volte. Oggi però ci concentriamo sull’aspetto interiore: quali sono i più comuni disturbi psicologici in menopausa e come risolverli? Si tratta di disturbi o carenze legate sempre i qualche modo ai cambiamenti che il corpo subisce, rappresentandone di fatto una conseguenza. La carenza di estrogeni infatti accelera l’invecchiamento cerebrale e la vulnerabilità dal punto di vista psichico.

    Le aree maggiormente affette sono le funzioni cognitive (es. capacità di concentrazione, memoria, energia, vitalità), quelle affettive (es. casi di ansia, depressione e irascibilità ) e infine neurovegetative (es. le classiche vampate di calore, sudorazione accentuata e problemi di insonnia). Anche l’atrofia vaginale che comporta dispareunia (dolore al coito) può avere conseguenze psicologiche negative. I rischi di sviluppare problemi psicologici in menopausa sono maggiori per donne particolarmente emotive. Anche fattori sociali o culturali possono influire notevolmente: la condizione familiare o lavorativa può infatti essere determinante per stabilire il senso di soddisfazione femminile. Questa sicurezza rende più facile accettare i cambiamenti fisici e quindi ne riduce le conseguenze sul piano psicologico. Un recente studio ha anche esaminato l’influenza delle diverse culture sol modo in cui la donna vive la menopausa: secondo i risultati le donne che vivono nelle società occidentali, dove viene esaltata la giovinezza, hanno maggiori difficoltà, dal punto di vista psicologico, ad accettare la menopausa e l’invecchiamento.