Prova costume: 4 italiani su 10 bocciati

da , il

    Prova costume: 4 italiani su 10 bocciati

    Secondo la Coldiretti la prova costume dell’estate 2011 ha già denunciato una situazione tragica: ben 4 italiani su 10 risultano drasticamente bocciati. In Italia l’obesità è una malattia che conta oltre quattro milioni di soggetti, più frequenti al Sud. Lo stile di vita poco sano e sregolato influenza moltissimi giovani e giovanissimi, lontani dalle regole di un’alimentazione moderata e sana. Più a rischio gli over 40enni: le persone affette da obesità risultano in aumento del 25% negli ultimi 15 anni. Inoltre il caldo di questi ultimi giorni ha portato gli italiani ad anticipare la prova costume: da Nord a Sud le calde giornate di primavera si sono scatenate in un solleone anomalo: è ora di mettersi a dieta?

    Le temperature di questi ultimi giorni hanno provocato una decisa accelerazione nei processi di maturazione nelle campagne: sul banco di frutta e verdure non avete che l’imbarazzo della scelta per un menu perfetto per una dieta da prova costume.

    Fragole, piselli, finocchi e asparagi: un’overdose di insalate tutte da inventare, insieme a tanta acqua e deliziosi frullati vi lanceranno nell’estate in piena forma e leggerezza.

    Secondo quanto affermato da Coldiretti, quest’anno 4 italiani su 10 sono in sovrappeso o addirittura obesi: un’emergenza che colpisce indipendentemente dall’età.

    Attualmente il 25% della popolazione italiana sarebbe obesa o in sovrappeso: come già spiegato da recenti indagini l’Italia è pigra, grassa e vecchia.

    Il consiglio? Con l’inizio dei primi caldi e della bella stagione cercate di sfruttare le lunghe giornate di sole per fare esercizio fisico e i prodotti della Terra per nutrirvi in maniera sana e saporita.

    Gli esperti consigliano di mangiare sano e seguire una dieta equilibrata ricca di verdure e frutta, senza dimenticare un’intensa attività fisica: pensate che la vita sedentaria colpisce il 28% degli italiani, conducendo tanti di noi a un’alimentazione eccessivamente ricca di grassi nonché la totale assenza di movimento.