Prurito all’orecchio interno: i rimedi possibili

da , il

    Prurito all’orecchio interno: i rimedi possibili

    Quali sono i rimedi per il prurito all’orecchio interno? Il prurito all’orecchio può essere sia interno che esterno e può essere davvero fastidioso e preoccupante per chi ne è affetto. Spesso, poi, è difficile scoprire le cause del disturbo, perchè possono essere davvero tante. In questi casi, quindi, anche se si tratta di un fastidio apparentemente innocuo, si consiglia di rivolgersi ad uno specialista per una diagnosi più precisa. Ma, quali sono le cause del prurito all’orecchio interno?

    Cause

    Il prurito è un sintomo che non è sempre associato a una patologia vera e propria. Ad ogni modo, esso può colpire sia l’orecchio esterno che quello interno, ma anche quello medio. In alcuni casi, poi, esso interessa sia il padiglione destro che quello sinistro, mentre in altri può essere coinvolto un solo orecchio. Le cause che determinano il prurito, invece, possono essere diverse. Anzitutto, può trattarsi di eczema (con eventuale perdita di liquido), di micosi, di psoriasi e di dermatite seborroica. La micosi è dovuta a una infestazione da funghi patogeni, mentre la psoriasi è una malattia autoimmune che genera spesso prurito. La dermatite seborroica, infine, può essere legata anche all’utilizzo di saponi o altri prodotti per l’igiene personale particolarmente aggressivi. Altre cause che determinano il prurito all’orecchio interno sono: un’infezione a carico dell’orecchio (che può insorgere soprattutto nei nuotatori a causa della lunga permanenza dell’acqua nel condotto uditivo), una puntura di insetto o un trauma. A seconda della patologia scatenante il problema, possono anche riscontrarsi altri sintomi, come: arrossamento, perdita di liquido dall’orecchio, sensazione di calore localizzata, dolore, gonfiore, desquamazione della pelle, cicatrici o altre manifestazioni cutanee. Ancora, più raramente, il prurito all’orecchio interno può essere la spia di un’allergia, ma in questo caso è probabile che essa si manifesti anche attraverso altri sintomi (come il naso che cola o le eruzioni cutanee). Infine, il prurito può essere legato all’assunzione di alcuni farmaci.

    Rimedi

    Quali rimedi adottare quando si riscontrano i sintomi di questo fastidio? Ovviamente, molto dipende dalla causa scatenante, che dovrà essere individuata dallo specialista in seguito ad apposita visita. In caso di micosi è probabile che questi prescriva un antimicotico per debellare i funghi, mentre in caso di infiammazione dovuta a dermatite potrebbe optare anche per dei cortisonici. In ogni caso, anche a scopo preventivo, si raccomanda di curare scrupolosamente la propria igiene personale. Questa raccomandazione vale anche per i bambini, anche se in questi casi è meglio rivolgersi al pediatra che consiglia, in relazione all’età del bambino, gli strumenti più idonei per la pulizia delle orecchie. Comunque, è bene non sottovalutare mai il prurito che, se trascurato, potrebbe confluire in patologie particolari, come l’otite (infezione dell’orecchio).