Prurito alle gambe: i rimedi

da , il

    Prurito alle gambe: i rimedi

    Prurito alle gambe: i rimedi, come le cause, possono essere diversi. Si tratta di un disturbo che colpisce spesso le donne, ma che può essere risolto facilmente con i consigli e le cure giusti. Quali sono, quindi, le cause e i rimedi possibili in questi casi?

    Le cause

    Le cause del prurito alle gambe possono essere diverse. Anzitutto, si può trattare di un problema di circolazione (o più semplicemente di ipertensione arteriosa), che può interessare, talvolta, anche le cosce, le caviglie, i piedi e le braccia. Più di rado, il prurito agli arti inferiori, è la spia di alcune malattie, come il diabete mellito, un’insufficienza renale, l’ittero o di problemi al fegato. Quando il prurito si manifesta con più frequenza di sera e di notte, invece, esso può essere dovuto alla cosiddetta sindrome delle gambe senza riposo (un disturbo che si diagnostica facilmente perché si contraddistingue per la sensazione di non riuscire a tenere ferme le gambe, causando problemi anche alla qualità e quantità del sonno). Ancora, a determinare il prurito alle gambe, può essere una forma allergica, anzi questa dovrebbe essere la prima strada da percorrere per una corretta diagnosi del problema. Il disturbo può dipendere semplicemente anche da una scarsa idratazione; in questo caso basta intervenire con una buona crema e una giusta idratazione quotidiana (si consiglia di bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno). Infine, anche diverse forme di dermatiti (ad esempio orticaria ed eczemi) o patologie del derma più importanti (come la scabbia), possono determinare prurito diffuso e fastidioso alle gambe.

    I rimedi

    I rimedi per il prurito dipendono dalla causa scatenate. Nei diversi casi, quindi, si interverrà con antistaminici, cortisonici, tranquillanti e sedativi (se la causa è di tipo psicologico come nel caso di ansia e stress), ma anche calibrando la dieta (specie quando a determinare il prurito è qualche forma di allergia alimentare). Al verificarsi dei sintomi, dunque (e soprattutto se il disturbo è accompagnato da altre manifestazioni o è particolarmente intenso o riguarda i bambini), il consiglio è quello di rivolgersi al medico, per una diagnosi più attendibile caso per caso. Se, invece, si tratta semplicemente di un problema legato alla scarsa idratazione, oltre alla crema e al giusto quantitativo di liquidi da assumere quotidianamente, si consiglia di limitare l’uso di saponi e detergenti aggressivi, che sono spesso fonte di allergie e secchezza della pelle.