Psoriasi: allo studio un vaccino tutto italiano

da , il

    Psoriasi: allo studio un vaccino tutto italiano

    La psoriasi, come ben sappiamo, è una delle più comuni forme croniche di malattia della pelle nel mondo: è una malattia infiammatoria della pelle, non infettiva, solitamente di carattere cronico e recidivante. Infatti un soggetto affetto da psoriasi non sarà mai completamente guarito, ma avrà momenti in cui gli effetti della malattia sono meno incisivi. La notizia di quest’ultimi giorni è che in Italia si studierà la possibilità di creare un vaccino contro la malattia, grazie al finanziamento ottenuto dalla National Psoriasis Foundation.

    I fondi pari a 200 mila dollari, saranno destinati alla ricerca, che sarà coordinata dal professor Antonio Costanzo dell’Istituto di Dermatologia dell’Università di Roma Tor Vergata, in collaborazione con il gastroenterologo ed immunologo Giovanni Monteleone e il dermatologo Carlo Pincelli, sempre dell’Università di Roma Tor Vergata, ed il dottor Roberto Lande, immunologo all’ISS.

    Questa è stata un conquista molto importante per la medicina italiana, non solo perchè il grant viene solitamente affidato a ricercatori statunitensi, ma poi, spiega il professor Chimenti, direttore della Clinica Dermatologica dell’Università di Roma Tor Vergata, perchè questa è la dimostrazione che la ricerca italiana resta comunque competitiva, nonostante i fondi esigui messi a disposizione.

    La prospettiva di un vaccino per la psoriasi è un grandissimo passo avanti, ed è una notevole speranza per tutte quelle persone che sono afflitte da questa malattia cronica della pelle, che in Italia corrispondono al 2% della popolazione, di cui il 30% ne ha sviluppato una forma grave.