Pulire sempre può essere una malattia?

da , il

    Pulire sempre può essere una malattia?

    Le donne sono quelle che maggiormente si dedicano alle pulizie e alla casa. A tutti noi è capitato di conoscere nella vita almeno una persona ‘particolarmente’ attenta alle faccende domestiche. Si tratta di donne instancabili che si dedicano alle faccende di casa con una accortezza e una precisione a dir poco maniacale. Ebbene, cosa nasconde, o meglio, può nascondere questo atteggiamento quando è portato allo stremo? Si può parlare in questi casi di vere e proprie patologie a livello psicologico o comunque di un atteggiamento che nasconde qualche mancanza personale o affettiva? La risposta è in un termine che tutti abbiamo sentito almeno una volta nella vita e che si sintetizza nella sigla ‘Doc’.

    Disturbo ossessivo compulsivo è il termine per esteso che viene utilizzato per comportamenti portati all’eccesso, ben al di là di quella che possiamo chiamare semplicemente precisione. Si tratta ovviamente di casi particolari in cui l’ordine e la pulizia diventano una vera e propria mania. In questi casi è possibile che questi comportamenti limite nascondano delle fragilità emotive o anche la paura del domani e del futuro. Tenendo tutto perfettamente in ordine e sotto controllo, in questi casi estremi, si cerca proprio di agire sulla realtà e controllarla.

    Altre ricerche parlano in questi casi di una vera e propria anomalia metabolica in alcune aree del cervello. In ogni caso, sia che le cause siano di origine psicologica, che di origine fisiologica, la maniacale attenzione per le pulizie potrebbe identificarsi come una vera e propria malattia. Va ancora sottolineato che si tratta davvero di casi limite che non hanno nulla a che fare con la giusta attenzione di molte donne per la pulizia e l’ordine in casa.