Relazioni interpersonali: le persone di successo si comportano meglio con chi è invidioso di loro

da , il

    Relazioni interpersonali: le persone di successo si comportano meglio con chi è invidioso di loro

    L’invidia, quella che viene spesso chiamata il mostro dagli occhi verdi, è un sentimento poco nobile si sa, ma per molte persone è così radicato, così forte, da non poter essere in alcun modo trattenuto né placato. L’invidia, però, lacera, intossica, sia l’invidioso che l’invidiato e per superarla pare che il rimedio migliore sia la gentilezza. Un comportamento ipocrita certo, ma che scaturisce da una sorta di istinto di sopravvivenza, dettato dalla paura di essere invidiati e di conseguenza di subire le angherie degli invidiosi. Per questo le persone di successo tendono a comportarsi meglio nei confronti di chi si mostra invidioso di loro.

    Una nuova ricerca, infatti, pubblicata sulla rivista Psychological Science ha scoperto che le persone di successo, se credono di poter essere l’obiettivo di un’invidia malefica, agiscono con modi più carini e sono più socievoli nei confronti di quelli che temono possano essere gelosi di loro. Una precedente ricerca fatta dallo stesso gruppo di scienziati olandesi dell’Università di Tilburg aveva dimostrato che l’invidia può essere divisa in due tipi: benigna (quella che sprona le persone a fare di più e a migliorarsi per raggiungere lo stesso livello della persona che hanno come punto di riferimento) e maligna (quella che pesa a distruggere gli altri come ad esempio rubare il ragazzo carino della propria migliore amica).

    Neils van de Ven, che era a capo del progetto ha concluso che: “Questo tipo di atteggiamento comporta un’utile funzione di gruppo. Tutti pensiamo che le persone ricche debbano dividere ciò che hanno con gli altri, ma questo non è ciò che siamo inclini a fare nel caso in cui siamo davvero ricchi. Questa paura dell’invidia invidia può incoraggiare a comportarsi in maniera tale da migliorare le relazioni sociali di gruppo“.

    Questo potrebbe spiegare, ad esempio, perché le celebrità fanno parecchia beneficenza.