Riabilitazione ictus: scoperta la molecola che ostacola il recupero

da , il

    Riabilitazione ictus: scoperta la molecola che ostacola il recupero

    L’ictus cerebrale colpisce con intensità variabile ma raramente il recupero da parte della persona è completo. La guarigione sembra essere ostacolata da una molecola, Gaba, che impedisce alle cellule cerebrali di riattivarsi dopo l’ictus. Questo è emerso da uno studio dell’Università della California, che ha anche scoperto che bloccare l’attività di Gaba favorisca la ripresa delle cellule cerebrali situate nei pressi dell’area danneggiata. I risultati finora ottenuti sono frutto della sperimentazione sui topi, ma tra i ricercatori c’è ottimismo anche per quanto riguarda l’essere umano. In Italia si verificano ogni anno circa 196000 casi di persone colpite da ictus.

    Dopo un ictus le cellule cerebrali che si trovano nell’area colpita iniziano a morire, ma a questo punto intervengono le cellule dei tessuti prossimi a quelli lesionati e inizia così, ad opera loro, una lenta ricostruzione. Il processo però è ostacolato dall’accumulo della molecola Gaba che impedisce alle cellule sane di proseguire nell’attività di recupero. Le sperimentazioni portate avanti dalla ricerca dell’Università della California di Los Angeles (pubblicata poi su Nature) sono pervenute alla conclusione che l’inibizione del funzionamento di Gaba permetta una più rapida e completa ripresa, almeno sui topi, i quali hanno riportato confortanti percentuali di recupero dopo l’ictus.

    Questo scenario, per ora parziale ma carico di speranza, si configura come la via giusta da seguire per la creazione di farmaci ad hoc per gli essere umani, in modo da facilitare la riabilitazione dopo un evento traumatico come l’ictus.