Ridere fa dimagrire: dieta quotidiana a base di risate

da , il

    Ridere fa dimagrire: dieta quotidiana a base di risate

    Che la risata a bocca aperta fosse contagiosa lo sapevamo, ma ora la scienza va oltre e conferma che ridere fa anche dimagrire. L’azione del ridere coinvolge apparato respiratorio, polmoni e muscoli respiratori, attivando oltre sessanta muscoli e migliorando funzionalità cardiache e immunitarie, senza contare la drastica riduzione di stress e ansia, tanto che la dott.ssa Jane Yip, psicologa e ricercatrice australiana impegnata in un progetto sulla risata, ha di recente affermato: ‘E’ l’inizio di un progetto sociale che porterà alla pace, con un potenziale per unire il mondo che non tiene conto della razza, del sesso, della classe sociale o dell’affiliazione politica o del credo religioso, in quanto si ride tutti allo stesso modo‘.

    Secondo una ricerca condotta dalla Vanderbilt University ridere aiuta a dimagrire: ridendo per 10-15 minuti è possibile bruciare dalle 10 alle 40 calorie, un ottimo stratagemma per la dieta quotidiana.

    Perdere 9 chili in un anno solamente ridendo? Sembra che sia possibile, tanto che ben 45 coppie son state osservate per una serie di mesi dopo essere state condotte in una camera metabolica di fronte a una serie di video divertenti. Grazie alle misurazioni del dispendio energetico si è desunto che, anche grazie al maggior consumo di ossigeno, venivano bruciate più calorie.

    Bruciare velocemente calorie, ma non solo: ridere è un’azione benefica a tutti gli effetti. A livello fisico scatena la produzione di ormoni, tra cui adrenalina, dopamina, serotonina ed endorfine, mentre la stimolazione della produzione di anticorpi migliora il sistema immunitario. Il Center of Public Health di Loma Linda, in California, ha riscontrato un netto incremento di molti parametri neuroimmunologici dopo l’esposizione a situazioni umoristiche.

    Stimolando la produzione di betaendorfine, analgesici prodotti dall’organismo, ridere protegge dallo stress e combatte la debolezza fisica e mentale, oltre che l’insonnia. Pensate che il giornalista e ricercatore nel celebre centro Ucla, Norman Cousins, curò la propria malattia utilizzando anche gli effetti del ridere, come raccontato nel libro, diventato un best seller, La volontà di guarire: Anatomia di una malattia.

    Siete di malumore? Forse l’ufficio vi stressa, qualcuno vi ha rovesciato il caffè sulla camicia migliore, odiate vostra suocera e il lavoro che fate nemmeno vi piace. Iniziate a ridere, se non altro dimagrirete, tornerete ad osservare un bicchiere mezzo pieno e con la vostra nuova aria sarete così irresistibilmente positivi da attrarre nuove rivoluzioni vitali.

    E se proprio non sapete ridere sappiate che esistono corsi di risate: alla French School of Laughter, fondata e diretta da Corinne Cosseron, presso la Sorbonne di Parigi e nell’École Française du Rire et du Bien-Etre in Francia: per non far mancare mai al vostro benessere una dieta quotidiana a base di risate.