Riprendere peso dopo una dieta: la scienza dà la colpa agli ormoni

da , il

    Riprendere peso dopo una dieta: la scienza dà la colpa agli ormoni

    Dopo una dieta ipocalorica la sfida di molte donne è non riprendere peso immediatamente: quante di voi hanno recuperato quasi subito i chili persi faticosamente e con lungo sacrificio? Pare che ci sia una spiegazione scientifica a questa tendenza comune.

    A scoprire perché è scientificamente così facile riprendere peso dopo un regime ipocalorico è stato un team di studiosi australiani: l’indagine è stata pubblicata anche sulla rivista di settore ‘New England Journal of medicine’.

    L’indagine ha coinvolto 50 volontari con un peso medio di 105 kg per gli uomini e 90 per le donne. Dopo due settimane di dieta abbastanza drastica in media ogni persona aveva perso 13 kg. A 34 pazienti è stato chiesto quindi di interrompere la dieta e di seguire un regime di mantenimento assistiti anche da counselor alimentari e nutrizionisti. Nonostante il controllo a tavola e l’attività fisica a distanza di un anno tutti avevano ripreso circa 5 kg e ammettevano di essere di nuovo vittime della fame. In molti casi è stata diagnosticata una vera e propria “sindrome post dieta”, un mix di ormoni e squilibri metabolici che porta a riprendere peso. Gli sforzi per cercare di controllare l’appetito e di ridurre le calorie giornaliere erano stati quindi quasi tutti vanificati. Ma perché questo succede?

    Gli studiosi hanno rilevato nei soggetti volontari per l’esperimento uno stato biologico alterato: è come se il corpo, ancora sovrappeso nell’animo, spingesse l’individuo a recuperare il peso perduto. Siete dimagrite ma il vostro corpo non se ne è accorto: questa è la beffa del nostro metabolismo. Non a caso l’ormone dello stimolo della fame, ossia la grelina, è risultato in media del 20% più alto rispetto alla media mentre al contrario il livello di peptide YY, ormone addetto al controllo dell’appetito, era in genere notevolmente più basso della condizione normale. Rispetto al periodo precedente all’inizio della dieta, diversi ormoni collegati alla fame e al metabolismo, hanno fatto registrare valori sballati.

    E’ l’organismo che, sentendosi privato dei chili persi, attiva una sorta di meccanismo di autodifesa per recuperarli. Insomma: voi vi impegnate per perdere peso ma il corpo ve lo richiede prepotentemente. Questa ricerca spiegherebbe anche il perché del fallimento delle ben note diete lampo: più drasticamente infatti si perdono i chili e più il corpo si troverà spiazzato di fronte a questo cambiamento e spingerà l’organismo a riassumere le calorie necessarie. I test sembrano validi ma vanno ancora confermati su campioni più numerosi. Va anche detto che dopo un lungo sacrificio, vedendosi più magre e piacendosi di più, si cade più facilmente in qualche sfizio in più: ma questo non c’è bisogno che ce lo dica la scienza no?