Riproduzione: l’ eccesso di insulina provoca infertilità

da , il

    Riproduzione: l’ eccesso di insulina provoca infertilità

    Una ricerca svolta dalla Hopkins University di Baltimore, nel Maryland, ha portato alla luce la stretta relazione che c’è tra l’ obesità e l’ infertilità. Nelle donne obese, infatti, l’ insulina viene prodotta più del normale e il suo livello troppo elevato nell’ ipofisi causa delle disfunzioni ormonali che vanno a danneggiare le ovaie e la loro funzione riproduttiva. La sindrome dell’ ovaio policistico è un problema che affligge maggiormente le donne obese ed è uno dei responsabili principali dell’ infertilità.

    L’ ipofisi è una ghiandola situata alla base del cervello ed è responsabile della produzione di gonadotropina (alla base dei farmaci contro l’nfertilità) e luteina, due ormoni dedicati al controllo della fertilità e della ovulazione. I suoi tessuti, inoltre, rimangono sensibili all’ insulina, al contrario di quelli del fegato e dei muscoli che invece si fanno più resistenti.

    Lo scopo della ricerca era quello di capire il funzionamento dei ricettori dell’ insulina, che si trovano sempre nell’ ipofisi; sono state quindi osservate in laboratorio le diverse reazioni fra topoline normali e topoline a cui invece erano stati eliminati i ricettori.

    Tutte le cavie sono comunque state sottoposte ad un tipo di alimentazione che in tre mesi le ha fatte diventare obese. Le reazioni all’ insulina, come previsto, sono state differenti; le topoline che erano state private dei ricettori hanno infatti mostrato regolarità nel ciclo, ovulazione nella norma e alta probabilità di restare incinte; per le altre invece, che avevano mantenuto i ricettori, si è presentato uno scenario diverso: bassa ovulazione, irregolarità nel ciclo, alti livelli di luteina. Chiari segnali dello sviluppo della sindrome dell’ ovaio policistico.