Riutilizzare l’olio per friggere è dannoso per la salute

da , il

    Riutilizzare l’olio per friggere è dannoso per la salute

    Una nuova ricerca riguarda proprio la possibilità di riutilizzare l’olio per friggere, o meglio le conseguenze che questo tipo di abitudine può avere sulla nostra salute. Ebbene, se siete abituati a riutilizzare l’olio per friggere, fareste bene ad evitarlo nelle vostre prossime preparazioni culinarie. A sostenere il principio per cui riutilizzare l’olio per friggere sarebbe altamente nocivo per la salute sono i ricercatori dell’Università dei Paesi Baschi (Spagna), che hanno condotto uno studio in merito. Come ha spiegato la dott.ssa Maria Dolores Guillen, coautrice dello studio: “Si sapeva che alla temperatura di frittura gli oli rilasciano aldeidi che inquinano l’atmosfera e possono essere inalate, così abbiamo deciso di condurre una ricerca per appurare se queste rimangono negli oli dopo che sono riscaldati, e lo fanno”.

    In altre parole, secondo questa ricerca, riutilizzare l’olio per friggere più volte significa avere a che fare con le aldeidi che, non solo rimangono negli olii una volta usati per friggere, ma si trasmettono anche agli alimenti, aumentando la loro tossicità. L’esperimento è stato condotto utilizzando tre tipi diversi di olio, extravergine d’oliva, di girasole, e di lino e per tutti il risultato è stato comune.

    Il problema del riutilizzo dell’olio per friggere non va sottovalutato se si considera che alle sostanze in questione è imputato il rischio di sviluppare patologie degenerative del sistema nervoso centrale (tra cui il morbo di Parkinson e quello di Alzheimer) e anche alcune forme tumorali. Sarebbe quindi opportuno evitare di riutilizzare l’olio per friggere, ma anche riscaldare i cibi già fritti.