Sesso in estate: senza precauzioni la metà dei giovani

da , il

    Sesso in estate: senza precauzioni la metà dei giovani

    Il 50% dei giovani che ha avuto rapporti sessuali durante l’estate non ha fatto uso di contraccettivi. Gli ultimi dati forniti dalla Società di ginecologia e ostetricia mostrano un trend preoccupante, seppur migliore di quello degli anni scorsi. Ogni anno, a settembre, negli ambulatori della Sigo si registra un +30% di visite che riguardano gravidanze indesiderate e infezioni ginecologiche. Conseguenze di una calda estate di sesso senza precauzioni.

    Dichiara di aver usato contraccettivi il 72% degli intervistati, un campione con età media di 18,9 anni. Ma non bisogna farsi ingannare: in questa percentuale, infatti, rientra anche chi è convinto che il coito interrotto sia un affidabile metodo contraccettivo, ed è il 23% dei giovani. Una scelta estremamente ingenua, visto che in questo modo, ogni anno, nascono in Italia 100 mila bebè. ‘C’e’ poi un 50% di ragazzi e ragazze che dichiara di non essere sempre attento- continua il consigliere della Sigo, Emilio Arisi- proteggendosi solo ogni tanto la prima volta con un nuovo partner, mentre il 6% non lo fa proprio‘.

    Un risultato, questo, che comunque incoraggia l’attività di sensibilizzazione condotta, negli anni, dalla Società italiana di ginecologia e ostetricia. La ricerca, infatti, evidenzia un lieve miglioramento: il 19% dei giovani ha messo in valigia una scorta di preservativi. Anche la percentuale di ragazze che non usano alcun metodo anticoncezionale è quest’anno più basso, rispetto al 52% dell’estate 2009. Merito anche di Travelsex, la specifica campagna d’informazione messa in campo dalla Sigo fino al 21 agosto. Uno strumento per diffondere la cultura della contraccezione consapevole tra i giovani italiani, ancora troppo lontani dalla sana sessualità.