Siesta pomeridiana: abbassa la pressione e fa bene alla salute

da , il

    Siesta pomeridiana: abbassa la pressione e fa bene alla salute

    La siesta pomeridiana aiuta ad abbassare la pressione del sangue e fa bene alla salute. Se amavate particolarmente schiacciare un pisolino al pomeriggio, adesso potete godervi la vostra pausa ancora più volentieri, visti i benefici sulla salute del cuore confermati dalla scienza. Secondo i risultati degli studi condotti dal equipe dell’Allegheny College, Pennsylvania, pubblicati recentemente sulla rivista Journal of Behavioural Medicine, dormire al pomeriggio regolarizza i valori della pressione sanguigna e prepara l’organismo ad affrontare successive situazioni stressanti.

    Ottime notizie gli amanti della siesta pomeridiana: la categoria dei fortunati che può concedersi un pisolino al pomeriggio può dormire sonni tranquilli, seppur brevi, dati i risultati incoraggianti dalla ricerca sui benefici del riposo pomeridiano. Al risveglio non solo ci sentiremo carichi e riposati, ma il nostro cuore ci ringrazierà, batterà meglio, ad un ritmo più regolare senza picchi di pressione alta al momento di affrontare situazioni stressanti.

    A promuovere tutti i benefici del pisolino i ricercatori dell’Allegheny College in Pennsylvania che si sono soffermati ad osservare la reazione di 85 volontari dopo la siesta pomeridiana. Il gruppo diviso tra coloro che potevano dormire meno di un’ora e coloro a cui non era concesso il pisolino, ha evidenziato chiaramente come i volontari riposati potevano affrontare al risveglio dei test mentali altamente stressanti senza presentare valori di pressione arteriosa alti.

    I cambiamenti sociali degli ultimi anni hanno sconvolto i ritmi veglia-sonno negli individui, determinando modifiche evidenti anche a livello cardiaco, è noto un aumento medio tra la popolazione mondiale, in particolare in quella dell’emisfero occidentale, dei valori della pressione arteriosa. I nostri risultati suggeriscono che il pisolino pomeridiano può dare benefici accelerando il recupero cardiovascolare dopo una situazione di stress – dichiarano gli scienziati – saranno necessarie ulteriori ricerche per capire il meccanismo di questo fenomeno, ma comunque quella di dormire al pomeriggio sembra essere una pratica protettiva soprattutto per gli individui con rischio cardiaco o con una cattiva qualità del sonno notturno e problemi di insonnia.