Sigaretta elettronica, come smettere di fumare continuando a fumare

da , il

    Sigaretta elettronica, come smettere di fumare continuando a fumare

    Chi non ha fumato una sigaretta durante l’adolescenza perché un ragazzo più grande che ci piaceva fumava? O solamente per sentirsi più grandi? In quei momenti non ci si può rendere conto a quali conseguenze possano portare certi atteggiamenti; proprio fumare per gioco che poi provoca, nel corso degli anni, dipendenza dalla nicotina, a cui diventa praticamente impossibile rinunciare. Oggi però la tecnologia ci viene incontro e può aiutarci a combattere il fumo con l’elettronica, più precisamente con la sigaretta elettronica.

    La promessa dei produttori è quella di garantire la possibilità di ridurre progressivamente il consumo di nicotina fino a non esserne più dipendenti. La sigaretta elettronica è in tutto e per tutto uguale ad una comune sigaretta, ma al suo interno sono presenti nicotina e aromi. Aspirando, la nicotina si trasforma in vapore acqueo evitando quindi il processo di combustione: si può continuare a provare lo stesso effetto senza però correre rischi per la salute propria e degli altri (è infatti dimostrato che il fumo passivo è un rischio anche all’aperto). Non c’è presenza di catrame o di tabacco, non si introducono sostanze tossiche nei polmoni e non ne vengono rilasciate all’esterno, ottima cosa visto che una sigaretta inquina venti volte più di un’auto. Il fatto che sia del tutto innocua o meno rappresenta una fonte di discussione tra le varie commissioni per il controllo della salute. In alcuni paesi infatti è illegale, in altri, come l’Italia, è invece venduta regolarmente.

    Dal punto di vista estetico la sigaretta elettronica è un elemento elegante, che po’ essere scelto a seconda del proprio gusto e non lascia cattivi odori sulle mani, non provoca alito cattivo e non ingiallisce unghie e denti. Una valida alternativa, che diventa anche fashion grazie a Vogue, la quale ha griffato un pacchetto di sigarette elettroniche con annessa batteria ricaricabile, per non rischiare di rimanere a corto di fumo elettronico durante la giornata. Il design è stato studiato per garantire la massima fedeltà possibile ad una sigaretta tradizionale, permettendo quindi al consumatore di esperire le stesse sensazioni che proverebbe fumando alla vecchia maniera.