Sindrome premestruale: gli acidi grassi per combatterla

da , il

    Sindrome premestruale: gli acidi grassi per combatterla

    Una delle condizioni cliniche più diffuse tra le donne è la sindrome premestruale, che interessa quasi l’80% della popolazione femminile. I sintomi sono molto variabili sia per tipologia che per intensità, passando da semplici mal di testa o di pancia, gonfiore addominale e irritabilità, fino a veri e propri disturbi del sonno associati a varie forme di depressione e dolore, talvolta tanto intensi da rendere complicata la gestione delle attività della vita quotidiana. Pare, però, che gli acidi grassi possano rappresentare una valida soluzione.

    Finora, infatti, a parte la pillola anticoncezionale, gli unici rimedi per combattere la sindrome premestruale erano non farmacologici, come il magnesio o altre sostanze naturali. Adesso, invece, sembra proprio che una nuova sostanza terapeutica, caratterizzata da Vitamina E ed acidi grassi polinsaturi, come l’acido linoleico e l’acido oleico, si sia rivelata un presidio ideale per combattere questo disturbo.

    La notizia arriva dal Brasile, dagli studi di alcuni ricercatori dell’Università Federale di Pernambuco che sostengono che un opportuno mix di acidi grassi polinsaturi, miscelati in una nuova pillola potrebbe risolvere tale disturbo.

    120 donne sono state sottoposte a questo studio, suddivise in tre gruppi: un primo gruppo assumeva placebo, il secondo gruppo assumeva una pillola da 1 grammo di acidi grassi polinsaturi, il terzo gruppo ne assumeva una da 2 grammi.

    Alla fine dell’osservazione è emerso che con la dose più bassa si sono ottenuti apprezzabili miglioramenti dei sintomi, mentre il risultato era ottimale per le donne che avevano assunto la dose piena. Inoltre, con questo nuovo farmaco non si sono evidenziati effetti collaterali, quali l’aumento del colesterolo o della prolattina.