NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Sinusite: i sintomi e tutti i rimedi naturali e farmacologici

Sinusite: i sintomi e tutti i rimedi naturali e farmacologici
da in Malattie, Rimedi Naturali, Salute
Ultimo aggiornamento:
    Sinusite: i sintomi e tutti i rimedi naturali e farmacologici

    I sintomi e i rimedi naturali e farmacologici per la sinusite sono diversi. La sinusite è un disturbo molto comune, ma può essere curato facilmente. Si tratta di un’infezione dei seni paranasali che si manifesta spesso dopo il raffreddore o un attacco allergico. I sintomi per riconoscere la sinusite sono tanti, così come i rimedi. Basta riconoscere il problema per curarlo nel giusto modo ed evitare complicazioni.

    I sintomi più frequenti in caso di sinusite sono: raffreddore persistente, ostruzione nasale, muco, dolore facciale (per lo più frontale), sensazione di pressione facciale, febbre, mal di testa, mal di denti (o mascellare), incapacità di percepire gli odori (anosmia), stanchezza e tosse. Se non si vuole che la sinusite diventi cronica occorre curarla subito, seguendo i consigli del medico. In rischio, in caso contrario, può essere che si trasformi in sinusite cronica già nel giro di sei mesi o che la guarigione diventi più complessa e, non bastando gli antibiotici, si debba ricorrere a un piccolo intervento chirurgico. Risulta fondamentale, per cui, riconoscere i suoi primi sintomi: se il raffreddore è accompagnato da un dolore a viso o fronte, ma anche se il muco è di colore verde e denso, a causa del pus, e ancora se si sviluppa una tosse grassa…siamo di fronte a chiri sintomi di sinusite. Non ci resta che rivolgerci al medico per averne conferma e iniziare la giusta terapia.

    Alla base della sinusite vi è spesso un raffreddore o un’allergia. Quando si viene colpiti da un raffreddore o da un’allergia, infatti, i tessuti dei seni paranasali si gonfiano e producono una maggiore quantità di muco. In questi casi il sistema di lubrificazione dei seni può bloccarsi e quindi il muco può rimanere intrappolato all’interno dei seni; questo facilita lo sviluppo di batteri, virus e funghi, causando la sinusite. Alcuni fattori, poi, sono considerati di rischio, cioè aumentano il rischio di sviluppare la sinusite. Tra questi: la rinite allergica, la rinite dovuta all’esposizione lavorativa a sostanze irritanti, la rinite vasomotoria, la poliposi nasale, la deviazione del setto nasale e l’immunodeficienza.

    Generalmente per la cura della sinusite il medico interviene prescrivendo dei decongestionanti o degli antistaminici, ma nella maggior parte dei casi sono necessari degli antibiotici. Non è invece dimostrata l’utilità dei mucolitici o degli espettoranti. Per il mal di testa si può ricorrere, invece, al paracetamolo. E’ consigliabile, dunque, rivolgersi al medico se dopo diversi giorni un raffreddore ostinato non tende a migliorare e si accompagna ai sintomi sopradescritti.

    La cura per la sinusite acuta dura circa un paio di settimane, per quella cronica, invece, sono necessari diversi cicli.

    Il primo rimedio naturale consigliato in caso di sinusite è coprirsi bene e soprattutto tenere la testa al caldo quando si esce, basterà utilizzare un cappello di lana o di pile che sia in grado di riparare dalle temperature fredde e dal vento e che eviti di peggiorare le condizioni e ostruire le vie respiratorie. Gli impacchi caldi da applicare sul viso, invece, aiutano ad alleviare il dolore facciale.
    Un buon rimedio da adottare è anche quello dei soffumigi, che permettono di scaldare la parte dolorante e di aprire le vie respiratorie liberando il naso. L’olio essenziale di lavanda, insieme al bicarbonato, disciolti in una bacinella di acqua calda, aiuteranno a combattere la sinusite. Basterà solo respirarli con un telo sulla testa per qualche minuto e il sollievo sarà quasi immediato. Si tratta di un rimedio ottimo anche per i bambini.
    Altra opzione per liberare il naso può essere l’utilizzo di una soluzione salina, ma è sempre bene evitare di utilizzarla per troppi giorni di seguito.
    Per curare la sinusite è inoltre importante eliminare il fumo e l’alcol e si consiglia di bere tanto durante la giornata per favorire la diluizione delle secrezioni nasali. Nella sinusite cronica, oltre alla terapia medica, sono consigliati anche i cicli di cure termali.

    Ci sono alcuni cibi in particolare che possono aiutare a combattere la sinusite. Tra questi l’aglio crudo, da schiacciare e aggiungere ai piatti; ma anche il peperoncino e lo zenzero, capaci di fluidificare il muco e renderne più semplice l’espulsione.

    Nella cura “fai da te” si sbaglia spesso, utilizzando dei rimedi che sembrano adatti ma che si rivelano inutili o addirittura dannosi. Non serve a nulla, ad esempio, utilizzare gli sciroppi per sciogliere il catarro, che hanno una funzione diversa e lo scopo di agire sui bronchi. In caso di sinusite, infatti, i polmoni sono liberi e il muco è dovuto ad altri fattori. Allo stesso modo vengono spesso utilizzati gli oli essenziali in modo sbagliato: utilissimi per i soffumigi ma danno si se posti a contatto diretto con la mucosa, e capaci di creare persino irritazioni e ulteriori malesseri. Altro rimedio utilizzato spesso e poco utile è lo spray nasale, che riesce a dare una sensazione di sollievo momentaneo ma crea una sorta di dipendenza che porta a utilizzarlo per diversi giorni e addirittura a peggiorare i sintomi. Molto meglio, in questi casi, utilizzare la soluzione salina.

    1006

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MalattieRimedi NaturaliSalute
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI