Soffio al cuore: sintomi, cause, rischi e cure

da , il

    Soffio al cuore: sintomi, cause, rischi e cure

    Quali sono i sintomi, le cause, le cure e i rischi del soffio al cuore? Soffio al cuore è il termine usato per descrivere una condizione in cui il flusso del sangue, spinto dalla contrazione del muscolo cardiaco, perde la normale e caratteristica silenziosità. Si tratta, in sostanza, di una sorta di leggerissimo sibilo che può essere ascoltato dai medici con gli strumenti adatti. Va detto, comunque, che non sempre il soffio cardiaco è indice di una patologia, in quanto può essere anche privo di significato patologico. Ma, quali sono le cause di questo problema?

    Cause

    Il soffio al cuore insorge quando vi è un’alterazione del normale flusso sanguigno, generata da cause fisiologiche o patologiche. Il soffio al cuore può essere dovuto, quindi a: insufficienza valvolare (mal funzionamento delle valvole che regolano il passaggio da atrio e ventricolo del cuore), stenosi (condizione in cui il flusso sanguigno passa attraverso la parziale ostruzione di un apparato valvolare o di un vaso arterioso), flusso retrogrado attraverso valvola insufficiente (che si ha quando il sangue viene risucchiato da una valvola incontinente e invece di progredire in avanti torna indietro), flusso in vaso arterioso dilatato e flusso aumentato in strutture anatomiche normali (in questi casi la presenza del soffio non indica una patologia cardiaca). Come si evince dalle cause indicate, il soffio al cuore non ha sempre origine patologica, ma può essere dovuto anche ad alterazioni del flusso sanguigno o ad un’anomala iperattività cardiaca. Ad esempio, in alcuni casi, il soffio al cuore può dipendere da: stress eccessivo, anemia, febbre e gravidanza. In questi casi scompare allo scomparire della causa sottostante. Nei bambini, infine, il soffio può essere fisiologico e quindi una condizione del tutto momentanea.

    Sintomi

    Chi ha un soffio al cuore non associato ad alcuna patologia non presenta alcun sintomo, se non il soffio vero e proprio. Chi, invece, ha un soffio causato da qualche patologia cardiaca può avere anche: ritardi nella crescita (nei neonati), fiato corto, sudorazione eccessiva senza cause apparenti, dolore al petto (che può avere altre cause), vertigini o svenimento e colore bluastro della pelle.

    Rischi

    I rischi del soffio al cuore dipendono, chiaramente, dalla patologia sottostante. Se, invece, non c’è alcuna patologia in atto, il soffio al cuore può sparire con il tempo senza conseguenze.

    Cure

    Come si cura il soffio al cuore? Il soffio al cuore può essere temporaneo o permanente. Ovviamente, anche le cure dipendono dalla patologia sottostante. Un soffio al cuore benigno non richiede alcun trattamento, né farmacologico né chirurgico, proprio perché il cuore non presenta anomalie. Un soffio al cuore di tipo patologico, invece, può richiedere la somministrazione di farmaci e, al limite, anche un intervento chirurgico risolutivo. Nella maggior parte dei casi, però, il soffio tende a risolversi spontaneamente con il tempo.