Soia: proprietà benefiche, nutrizionali e controindicazioni

da , il

    Soia: proprietà benefiche, nutrizionali e controindicazioni

    La soia ha tante proprietà benefiche e nutrizionali importanti da conoscere, si tratta di un legume le cui caratteristiche sono poco conosciute nel nostro paese, come d’altronde anche le controindicazioni. In Occidente è un alimento molto sottovalutato, poco utilizzato, mentre gli orientali ne fanno la base essenziale della loro dieta. Non è forse un caso, quindi, il fatto che, in queste popolazioni, l’incidenza delle malattie cardiovascolari, ad esempio, sia di gran lunga minore. Inserire la soia nella propria alimentazione può avere, dunque, effetti benefici sia per gli uomini che, soprattutto, per le donne. La pianta della soia viene coltivata in Oriente da 5.000 anni ed è giunta in Occidente solo tra l’800 e il 900, ma pian piano il suo consumo si è diffuso anche in Occidente, infatti oggi la soia viene coltivata in tutto il mondo, in particolare negli Stati Uniti, in Argentina, in Cina e in Brasile.

    Proprietà nutrizionali

    La soia è ricca di minerali (Calcio, potassio, fosforo, ferro e magnesio) e non contiene carboidrati. Contiene, inoltre, anche vitamine e fibre, molto utili per la nostre salute, e la lecitina di soia, ricca di omega-3, omega-6, colina, inositolo e minerali vari.

    Ma quali sono le sue principali proprietà benefiche? E’ importante conoscerle tutte per rendersi conto di quanto possa essere preziosa anche per la nostra alimentazione. Allo stesso modo è importante conoscerne le caratteristiche nutrizionali e le eventuali controindicazioni, oltre alle diverse modalità d’uso.

    Sistema cardiovascolare

    Le proprietà terapeutiche e preventive della soia sul sistema cardiovascolare sono garantite dalla presenza degli isoflavoni (fitoestrogeni). Gli isoflavoni agiscono rendendo le arterie più elastiche e quindi tenendo alla larga il fenomeno dell’arteriosclerosi. Possiamo quindi dire che la soia protegge il cuore e sono diverse le ricerche che lo confermano.

    Menopausa

    Non è un caso che la soia sia particolarmente indicata in menopausa per gli stessi motivi. I fitoestrogeni sono infatti delle sostanze vegetali simili agli estrogeni umani e possono essere estremamente utili nel ridurre i sintomi della menopausa e le vampate di calore.

    Colesterolo

    Altro effetto benefico della soia riguarda la capacità di ridurre l’accumulo di colesterolo “cattivo” nel sangue.

    Osteoporosi

    La soia svolge, inoltre, un’azione capace di contrastare l’osteoporosi, disturbo che infatti in Oriente è molto meno diffuso rispetto all’Occidente.

    Tumore al seno

    Sempre a vantaggio delle donne, va ricordato il ruolo, dimostrato da alcune sperimentazioni, nella riduzione del rischio di tumore al seno.

    Insomma, sono tante le proprietà curative e preventive della soiae quindi tanti buoni motivi per consumarla.

    Come consumare la soia

    La soia è un legume, fa parte della famiglia delle leguminacee, per cui basterebbe inserirla all’interno della nostra alimentazione proprio come facciamo con gli altri legumi. L’ideale sarebbe consumarla due o tre volte durante la settimana, al posto della carne o del pesce ed eventualmente accompagnata alla pasta o al pane, oppure aggiungere i germogli di soia ad un’insalata. Ormai anche nel nostro paese troviamo diversi prodotti ricavati dalla soia: oltre al germogli anche il latte di soia, la salsa di soia, la farina di soia e gli yogurt, i gelati, le cotolette e prodotti di ogni tipo.

    Quali controindicazioni?

    Un consumo eccessivo di soia può essere nocivo per i bambini e neonati e anche negli adulti potrebbe portare ad allergie, vomito e malessere generale. Il suo utilizzo è, poi, sconsigliato in gravidanza e nel caso in cui venissero già assunti integratori a base di isoflavoni o di lecitina di soia.

    E’ importante sapere che la maggior parte della soia in circolazione è OGM, si consiglia, dunque di preferire e scegliere sempre i prodotti di soia biologica quando possibile.