Sorriso smagliante? Attenzione al vino bianco!

da , il

    Sorriso smagliante? Attenzione al vino bianco!

    Tra dentifrici sbiancanti, attenzione nell’assunzione di fumo e caffè, cresce sempre più la volontà di preservare il sorriso bianco, indispensabile per i più attenti all’estetica, ma non solo! Per i più disciplinati, ecco una notizia che di sicuro non può passare inosservata! La novità è frutto di una ricerca recentemente condotta in Germania, presso la Johannes Gutemberg University. Questo studio ha rilevato che il vino bianco va ad attaccare lo smalto dei denti in misura maggiore rispetto al vino rosso. Senza demonizzare la pregiata bevanda, sembra che per ridurre questo effetto bastino pochi e semplici accorgimenti. Ma…andiamo con ordine.

    Il fatto che il vino bianco sia più aggressivo per lo smalto dipende dal suo ph, più basso di quello dei vini rossi. Il ph più basso conferisce una maggiore acidità e quindi il vino risulta più aggressivo. Lo studio comunque fa luce anche su alcuni rimedi per ridurre al minimo l’acidità dei vini bianchi. Se non volete rinunciare ai vini bianchi ma, nello stesso tempo non ritrovarvi i denti macchiati, potete abbinarlo ai formaggi che come sappiamo sono particolarmente ricchi di calcio.

    In questo modo neutralizzerete l’azione del vino che proprio il calcio va ad attaccare. Fondamentale è anche bere durante il pasto dato che la saliva prodotta con la masticazione aiuta a neutralizzare l’acidità del vino. Brutta notizia anche per gli amanti di fragole e champagne, un classico di sempre, ma che sembra essere una combinazione altamente acida e quindi anch’essa deleteria per fosforo e calcio.