Stafilococco: si combatte col cedro rosso

da , il

    Stafilococco: si combatte col cedro rosso

    Che la natura sia un valido alleato della nostra salute è cosa ben risaputa. Sempre più spesso, infatti, ci si rivolge ai rimedi naturali per curare vari malanni, tipico quelli di stagione. L’ultima scoperta, però, in questo campo arriva dall’Università del Missouri dove è stato scoperto che alcuni composti chimici presenti negli alberi, in particolare nel cedro rosso, al pari di antibiotici, potrebbero rappresentare un’arma valida contro l’infezione da stafilococco.

    Così, il cedro rosso diventerebbe un grande alleato per la lotta contro lo Staphylococcus aureus (MRSA), che in quanto resistente alla meticillina ed alla maggior parte dei farmaci, è un temibile nemico per l’uomo anche se le infezioni da esso causate sono per lo più limitate alla pelle anche se può diffondersi fino a causare shock tossico e forme gravi di polmonite.

    In realtà, fino a poco prima della scoperta, il cedro rosso era considerato dagli agricoltori quasi come un fastidio, una pianta inutile. Insomma, ben lontano dal poter immaginare che potesse avere importanza addirittura in campo medico!

    Invece sembra che soli 5 microgrammi per millilitro di composto bioattivo si sono rivelati efficaci contro lo stafilococco. Considerato che nel Missouri ci sono circa 500 milioni di alberi di cedro rosso orientale, ne deriva che il potenziale antibatterico dei composti chimici derivati dalla pianta sono davvero enormi!