Stress da lavoro? Arriva una legge per proteggerci

da , il

    Stress da lavoro? Arriva una legge per proteggerci

    Lo stress è una vera e propria patologia che colpisce sempre più soggetti, causando malanni e inasprendo altre patologie sottostanti. Spesso causato dal lavoro, da un eccesso o dalla sua mancanza, finalmente il prossimo 31 dicembre entrerà in vigore una nuova legge pensata per tutelare la salute dei lavoratori dalle condizioni causa di stress. E se è vero che questa condizione riguarda purtroppo tutte le categorie professionali, colpendo anche 1 italiano su 4, è vero anche che spesso sono le donne ad esserne maggiormente vittime, colpa per lo più della condizione di precariato che maggiormente le riguarda.

    La nuova legge prevede che i datori di lavoro, in collaborazione con le Asl, avranno il dovere di monitorare il livello di salute e stress dei propri dipendenti, in modo tale da prevenire determinate condizioni predisponenti e modificare fattori favorenti presenti in azienda. In caso di inadempienza, inoltre, da parte del datore di lavoro, il dipendente potrà anche rivolgersi al giudice per ottenere la tutela che gli spetta.

    Tutto questo è stato pensato per diminuire tutti i sintomi dello stress da lavoro, dal semplice disagio psico-fisico generalizzato, fino alle forme di vera e propria ansia che si presenta al momento dell’ingresso in ufficio che alla fine incide negativamente anche sul rendimento lavorativo, traducendosi in difficoltà di applicazione e senso di pesantezza.

    Possibili, nelle forme più accentuate, anche i disturbi del sonno, cefalea e disturbi gastroenterici che sono tutti in grado di autoalimentare lo stato ansioso e lo stress, agendo come fattori favorenti. Qualunque sia la causa, dunque, turni pesanti, lavoro mal retribuito, condizioni disdicevoli come mobbing e bossing, lo stress va combattuto come altre patologie da lavoro, sperando nell’aiuto anche di questa nuova legge per la tutela dei lavoratori.