Stress, per le donne è più dannoso

da , il

    Stress, per le donne è più dannoso

    Lo stress non ha gli stessi effetti e risultati su uomini e donne. Sembra infatti da una recente scoperta che le donne in fase di stress elevato, soffrano di danni maggiori per la salute rispetto agli uomini. Le donne infatti possiedono un meccanismo di allerta maggiore e sono più ricettive rispetto agli stimoli esterni.

    Una delle prime conseguenze date dallo stress elevato è la possibile comparsa di infiammazioni più frequentemente rispetto al normale.

    La scoperta è stata fatta dai ricercatori americani dell’Università della California che hanno capito così che lo stress è più dannoso per le donne, perchè le reazioni delle pazienti prese in esame, che hanno subito un trauma, sono più significative e più diffuse, rispetto a quelle riscontrate nei maschi.

    Le conseguenze dello stress sono date dall’aumento degli stati infiammatori e quindi dello sviluppo di malattie legate a questa situazione come l’artrite e i disturbi cardiovascolari.

    I medici grazie ad uno studio sui monociti, anticorpi che proteggono l’organismo dagli agenti patogeni come virus e batteri, hanno capito che ormoni e proteine prodotti dal corpo in situazioni di pericolo, non vengono prodotti nella stessa quantità da uomini e donne, creando quindi stati di infiammazione a livelli diversi che per le femmine sono più accentuati.

    Le conseguenze dello stress comunemente sono l’aumento di peso e variazioni delle capacità cognitive. La scoperta mette in evidenza il fatto che il cervello si blocca in una situazione di stress elevato, bisogna anche dire che lo stress si associa spesso al lavoro e alla vita frenetica che però varia da persona a persona e per questo è molto difficile fare delle valutazioni generiche è necessario quindi analizzare i casi singolarmente.