Tacchi alti: pericolo per muscoli e tendini

da , il

    Tacchi alti: pericolo per muscoli e tendini

    Sensuali per eccellenza e inguaribilmente alla moda, ma i tacchi alti utilizzati di frequente causano danni alla salute della donna, in particolare per muscoli e tendini. Ora una ricerca scientifica lo conferma.

    Se a Sidney di recente è stata organizzata una gara sui tacchi, decisamente queste calzature seppur splendide non sono il massimo della comodità e anche le celebrities rimangono divise tra scarpe basse e super trampoli.

    La Manchester Metropolitan University e l’Università di Vienna hanno condotto congiuntamente una ricerca sui tacchi alti, per confermare l’ipotesi che indossare tacchi alti per periodi di tempo prolungati possa causare un accorciamento delle fibre muscolari e un ispessimento del tendine d’Achille.

    L’indagine è stata studiata dal prof. Marco Narici e dal dottorando Robert Csapo e ha analizzato 80 donne fra i 20 e i 50 anni che indossavano abitualmente tacchi alti almeno cinque centimetri.

    Pubblicato sul Journal of Experimental Biology, lo studio ha messo in luce i danni derivanti dall’uso continuativo dei tacchi grazie a un campione di volontarie, che sono state sottoposte a una serie di accertamenti, fra cui risonanze magnetiche ed esami agli ultrasuoni.

    Gli stessi test hanno verificato le condizioni di un secondo gruppo di donne che avevano dichiarato di indossare scarpe basse.

    Le donne che indossavano abitualmente i tacchi mostravano una riduzione del 13% delle fibre muscolari del polpaccio e un ispessimento del tendine di Achille.

    Ecco il motivo del dolore a gambe e piedi di cui spesso si lamentano le donne, come spiegato dal prof. Narici: ‘Il tendine cerca di compensare l’accorciamento delle fibre muscolari del polpaccio, consentendo alle amanti dei tacchi di camminare in maniera ottimale, ma provocando loro, però, del disagio. Disagio che si acutizza quando indossano le scarpe basse perché, così ispessito, non riesce ad allungarsi a sufficienza’.

    Scarpe da tennis per correre in ufficio, infradito per lavorare e tacchi alti per la sera: l’importante è variare.