Tè: proprietà e caratteristiche della bevanda

da , il

    Tè: proprietà e caratteristiche della bevanda

    Se l’arrivo dell’autunno vi procura qualche malumore, concedetevi un sano momento di relax con una calda tazza di tè. Quello fatto in casa, da sorseggiare fumante accompagnato da gustosi pasticcini e una buona dose di pettegolezzi tra amiche. Ricordatevi di rispettare i giusti tempi di bollitura e d’infusione: solo in questo modo potrete conservare intatte le sue proprietà benefiche. Ultima, la notizia che il tè verde, assieme al mirtillo, è un ottimo rimedio naturale contro l’invecchiamento del cervello. Scegliete con cura le varianti della bevanda ricavata dalle foglie di camellia sinensis che più vi piacciono. Cioè tra il gusto nero, verde, rosso, bianco e tra le marche in commercio.

    Se volete essere anche un pò cool, in commercio esistono tanti modelli di tazze in ceramica e non solo per servire il buon tè in modi simpatici e originali. Il nuovo servizio di tazze potrà essere, inoltre, l’occasione per riscoprire la ritualità che da sempre accompagna la bollente bevanda e per prestare attenzione ai suoi benefici e alle sue controindicazioni.

    Di recente, infatti, alcuni ricercatori hanno evidenziato una netta differenza tra quello preparato in casa e quello in bottiglia. Il giudizio è chiaro: diffidate dal già pronto. Sarà pure più comodo ma contiene livelli bassissimi di polifenoli, così utili al nostro organismo per le capacità antinfiammatorie e antiossidanti. Nulla a che vedere con la quantità delle stesse sostanze presenti in una tazza di tè fatto in casa. Per ottenere l’equivalente in polifenoli di una tazza di tè appena preparato, bisognerebbe bere 20 bottiglie, spiega Shiming Li, a capo dello studio reso noto durante il congresso dell’American Chemical Society. Meglio, dunque, il metodo tradizionale. Da preferire anche per una questione di linea: sicuramente sarà meno ricco di zuccheri e, quindi, di calorie.