Tonsille criptiche: i rimedi naturali e non

da , il

    Tonsille criptiche: i rimedi naturali e non

    Per la cura delle tonsille criptiche esistono diversi rimedi, naturali e non. Le tonsille sono piccoli organi di forma ovale del cavo orale, situate dietro la lingua e sono visibili solo in modo parziale attraverso la bocca. Data la loro posizione, esse fungono da barriera di difesa delle vie respiratorie, proteggendole dai microorganismi presenti nell’aria che entrano attraverso il naso e la bocca. E’ possibile però che, all’interno di piccoli buchi presenti nelle tonsille, si accumulino batteri e residui di cibo che si solidificano diventando piccoli sassolini bianchi giallastri maleodoranti. In questi casi si manifestano i sintomi tipici delle cosiddette “tonsille criptiche”. Ma, quali sono i rimedi, anche naturali, in questi casi? Quando utilizzare l’antibiotico?

    Sintomi

    Riconoscere le tonsille criptiche è particolarmente semplice: i sintomi più comuni sono: mal di gola (non sempre presente), alitosi e presenza di frammenti bianchi o giallastri sulle tonsille. Soprattutto il problema dell’alitosi può generare non pochi disturbi, anche di tipo psicologico. I rimedi naturali per alleviare il problema, però, esistono e sono diversi.

    Cure

    Per la cura delle tonsille criptiche (da non confondere con le tonsilloliti) esistono diverse soluzioni. Comunque, solo il medico, dopo un attento esame della situazione, può suggerire la cura più idonea a ciascun caso concreto. E’ possibile che, in questi casi, lo specialista prescriva l’uso di un antibiotico specifico. Tuttavia, spesso, questo trattamento non si rivela efficace perché, talvolta, il problema dipende proprio da una particolare conformazione fisica delle tonsille, che sono particolarmente rugose e quindi più inclini ad intrappolare batteri e residui di cibo nelle estremità cavernose e bucate. Cosa fare, dunque, in questi casi? Le tonsille vanno tolte? Purtroppo, quando la soluzione non si riesce trovare e le tonsille appaiono anche ingrossate (con sangue) ed ipertrofiche, per eliminare definitivamente il problema, si può optare per la rimozione delle stesse (con la tonsillectomia). In ogni caso, si sconsiglia il fumo di sigaretta e quello passivo.

    Rimedi

    Per la cura delle tonsille criptiche, anche caseose, esistono diversi rimedi naturali. Alcuni accorgimenti, poi, come pulirle accuratamente, contribuiscono a ridurre il fastidio. In questo senso, può essere d’aiuto effettuare dei gargarismi con l’aceto, che disinfetta la parte colpita. In alternativa, dopo i pasti (per evitare che i residui di cibo restino attaccati alle tonsille) si può utilizzare una siringa privata del suo ago, per spruzzare direttamente dell’acqua sulla gola. Infine, bisognerebbe anche curare di più l’alimentazione; in particolare sarebbe bene ridurre il consumo di latticini, che contribuiscono alla formazione dell’alito cattivo. Più in generale, sarebbero da preferire i cibi leggeri evitando, invece, quelli grassi e pesanti.