Tumore al collo dell’utero: sintomi e come si cura

da , il

    Tumore al collo dell’utero: sintomi e come si cura

    Quali sono i sintomi e come si cura il tumore al collo dell’utero? L’utero è un organo cavo che si trova nella zona pelvica e fa parte dell’apparato riproduttore femminile. Come per le altre forme tumorali, anche in questo caso la patologia si manifesta quando avviene una riproduzione incontrollata di cellule, per cui quelle che dovrebbero morire non lo fanno e altre vengono generate senza controllo. I tumori dell’utero possono essere benigni (non cancerosi) o maligni (di natura cancerosa). Quelli benigni sono chiaramente quelli meno pericolosi. Ma, quali sono i sintomi in questi casi?

    Sintomi

    Il sintomo più comune del tumore al collo dell’utero è il sanguinamento vaginale anomalo, a maggior ragione se questo avviene nel corso della menopausa. Tra gli altri sintomi del tumore al collo dell’utero ricordiamo: dolore o difficoltà a svuotare la vescica, dolore durante i rapporti sessuali e dolore generale nella zona pelvica. Questi sintomi possono essere causati dal tumore all’utero, ma anche da altri problemi. Per questo, si consiglia di consultare il medico per una diagnosi certa.

    Cause

    Ancora non sono note le cause del tumore al collo dell’utero. Possibili fattori di rischio, che aumentano la possibilità di contrarlo, però, sono: obesità, il fatto di non aver mai avuto figli e essere andate in menopausa dopo i 55 anni. Infine, si è riscontrata una certa familiarità anche in questo tipo di tumore. Tuttavia, va anche ricordato che molte donne affette da tumore all’utero non presentano nessuno di questi fattori di rischio, mentre molte altre, pur presentando fattori di rischio, non si ammalano.

    Diagnosi

    Per la diagnosi di questo tipo di tumore possono essere prescritti: una visita ginecologica, un’ecografia e una biopsia. La biopsia è la rimozione dei tessuti per andare alla ricerca delle cellule tumorali. La prevenzione, invece, è possibile con il pap test.

    Come si cura

    In questi casi si interviene in tre modi: con l’intervento chirurgico per la rimozione del tumore, con la radioterapia con la chemioterapia o con la terapia ormonale. Le terapie possono essere combinate tra loro. Ovviamente, la scelta del tipo cura dipende dall’età e dallo stato di salute generale della persona, ma anche dal tipo di tumore all’utero, dalla sua grandezza e dalla sua localizzazione. La maggior parte delle persone affette da tumore al collo dell’utero devono sottoporsi all’intervento chirurgico di isterectomia. La radioterapia, invece, rappresenta un’opzione terapeutica per tutte le donne sia prima che dopo l’intervento anche se ha diversi effetti collaterali. Ancora, la chemioterapia, che è una terapia farmacologica che uccide le cellule tumorali. Può essere usata dopo l’intervento chirurgico per curare i tumori che presentano un maggior rischio di recidiva o per i tumori non completamente rimossi con l’intervento. Infine, la terapia ormonale, che può rappresentare un’opportunità per le pazienti affette da tumore in stadio avanzato.