Tumore al polmone: donne colpite più degli uomini

da , il

    Tumore al polmone: donne colpite più degli uomini

    Il tumore al polmone sembra essere in crescita in Italia, ma colpisce più le donne: il rapporto dell’incidenza maschi/femmine è passato da 5 a 1, a 2,5 a 1. Una delle cause fondamentali è che le fumatrici sono in aumento, sono sempre più le donne schiave della sigaretta. Dobbiamo iniziare a riflettere sui nostri stili di vita malsani, per fisico e mente, e respirare a pieni polmoni un nuovo ossigeno vitale.

    Oltre 35 mila persone all’anno muoiono in Italia a causa del tumore al polmone.

    ‘I nuovi casi di malati di tumore al polmone diagnosticati ogni anno sono tra i 30 e 35 mila con una progressiva riduzione negli uomini e un costante incremento delle donne‘ ha spiegato Armando Santoro del dipartimento di Oncologia medica ed Ematologia dell’Istituto Clinico Humanitas di Milano.

    Se fino a poco tempo fa le neoplasie polmonari erano poco frequenti nelle donne, ora entrambi i sessi vengono ugualmente colpiti, a causa del diffondersi del vizio del fumo, tanto che di recente alcuni oncologi hanno provocatoriamente lanciato la proposta di una tassa sulle sigarette.

    In aumento il numero delle donne colpite dal tumore al polmone: il rapporto dell’incidenza maschi/femmine è passato da 5 a 1, a 2,5 a 1. Il cancro al polmone è diventato la seconda neoplasia mortale più diffusa, dopo il cancro al seno che conta 37 mila casi di cui 8 mila decessi.

    Oggi ‘il tumore del polmone colpisce il 26,6% delle donne contro il 19,9% degli uomini‘ ha confermato Silvia Novello, pneumologo dell’unità di Oncologia toracica dell’Università di Torino.

    Nonostante uomini e donne vengano colpiti ormai indistintamente da questa patologia, il cancro al polmone si manifesta in modo diverso a seconda del sesso. Le donne si ammalano prima: nel 23,3% dei casi hanno meno di 50 anni alla comparsa della malattia, mentre per gli uomini nel 78% dei casi la malattia insorge dopo i 50 anni.