Tumore al seno: come convivere con la malattia

da , il

    Tumore al seno: come convivere con la malattia

    Ogni anno il numero delle donne colpite dal tumore al seno cresce in maniera impressionante, con ben 37 mila nuove donne colpite ogni anno. Fortunatamente, però, cresce anche il numero delle guarigioni, con oltre l’85% dei soggetti colpiti che mostra sopravvivenza a più 5 anni. Il che significa, di conseguenza, un sempre maggiore numero di donne costrette a convivere per un lungo periodo di tempo con questa patologia. Non sempre però è facile poterlo fare, visto che ciò incide notevolmente su tanti aspetti della vita quotidiana e sociale, in famiglia come madre e moglie e sul lavoro. Fondamentale, in questi casi, è non isolarsi.

    La guida, completamente gratuita e già disponibile in tutta Italia, distribuita direttamente dagli oncologi, dal titolo ben esemplificativo Io vado avanti, nasce proprio con l’intento di fare da supporto a tutte queste donne nel loro percorso di lotta nei confronti del tumore, passando per tanti farmaci antitumorali spesso capaci di provare seriamente il carattere e la resistenza di chi è ammalato.

    Questa guida è composta da sei differenti opuscoli informativi, realizzati grazie alla collaborazione di importanti esperti della materia che hanno in questo modo affrontato tantissimi aspetti legati alla malattia e alla sua gestione nella vita quotidiana.

    Il primo degli opuscoli, dal titolo Conosci la malattia e vai avanti, è ricco di informazioni pratiche relative al tumore al seno: vengono analizzati fattori di rischio e modalità di prevenzione, come arrivare ad una precoce diagnosi e quali sono le migliori strategie terapeutiche, illustrando chiaramente anche i possibili effetti collaterali.

    Il secondo opuscolo,dal titolo Parlane in famiglia, è stato pensato per incoraggiare la donna a condividere con i propri cari le emozioni legate propria malattia, mentre i successivi tre (Mangia bene, Riscopri la tua femminilità e Riconoscersi e Riapprendere) sono pensati per invogliare a continuare a prendersi cura di sé da tutti i punti di vista: dall’alimentazione alla bellezza e all’esercizio fisico.

    L’ultimo della serie, Non sei sola, è invece una guida pensata da un medico legale che illustra tutti i diritti terapeutici, assistenziali e lavorativi di cui gode chi soffre di un tumore al seno.