Tumore al seno: ottobre, il mese per la prevenzione e la diagnosi precoce

da , il

    Tumore al seno: ottobre, il mese per la prevenzione e la diagnosi precoce

    Il tumore al seno è un nemico che fa paura, ma che può essere sconfitto in modo efficace se si interviene con una diagnosi precoce e soprattutto con la giusta prevenzione. Per questo anche quest’anno torna ad ottobre, mese della prevenzione, “Lilt for women – Campagna nastro rosa”, l’iniziativa della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori. La campagna per la lotta al tumore al seno è quella che molti ricordano per il fiocco rosa, utilizzato come simbolo dell’iniziativa, che quest’anno avrà come slogan “Fai prevenzione: proteggilo anche tu!”. Un modo diverso, ma efficace per ricordare alle donne che la prevenzione e la diagnosi precoce, oggi, restano le sole armi vincenti per garantirsi la guarigione.

    La campagna, giunta ormai alla sua XXIII edizione e patrocinata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dal Ministero della Salute, sarà organizzata in diverse iniziative. Tra queste, anche quelle presenti all’Expo di Milano, dove sarà indetta una “Giornata Nazionale LILT Nastro Rosa”, in collaborazione con la Fondazione Triulza, che si terrà il 2 ottobre.

    Ancora, durante tutto il mese di ottobre, in circa 400 punti di Prevenzione delle 106 Sezioni Provinciali LILT distribuiti su tutto il territorio nazionale, saranno a disposizione del pubblico membri del personale sanitario e non, per fornire informazioni, divulgare opuscoli ed eseguire visite senologiche e controlli diagnostici clinico-strumentali.

    A sostegno di questa importante campagna, poi, nel corso di questo mese molti monumenti, piazze ed edifici si illumineranno di rosa; tra le location più suggestive che potremo ammirare in Italia anche la Mole Antoneliana e il Campidoglio a Roma. Nel mondo, invece, si illumineranno, tra gli altri, l’Empire State Building a New York e le Cascate del Niagara in Canada.

    Tra le altre iniziative si segnalano anche quelle promosse dalle aziende “amiche” della salute delle donne che sostengono, grazie alla loro sensibilità, la campagna LILT. Parteciperanno a questa XXIII edizione numerosi brand di prestigio, fra i quali: Nestlé Fitness, Peugeot, Yamamay e Bridgestone Italia.

    Quest’ultima conferma per il quarto anno consecutivo il suo impegno in prima linea accanto a LILT e, per il 2015, grazie al prezioso lavoro degli ingegneri del TCE (Centro Tecnico Europeo di Bridgestone), ha messo a punto due prototipi speciali di pneumatici “vestiti di rosa”, il colore femminile per eccellenza e da sempre identificativo della campagna Nastro Rosa. I due prototipi sono visibili al pubblico nelle giornate di giovedì 1 e venerdì 2 ottobre in Piazza Affari a Milano. A chi potesse obiettare che quello tra pneumatici e tumore al seno è uno strano accostamento, si può rispondere semplicemente che, in realtà, “arrivare prima” e “arrivare presto” è la prima vera missione della diagnosi precoce.

    Il tumore al seno, infatti, resta ancora quello più pericoloso per il genere femminile. La sua incidenza è in costante crescita: in Italia ogni anno si ammalano più di 40 mila donne. Un incremento dovuto all’allungamento dell’età media della popolazione femminile e all’aumento dei fattori di rischio. Inoltre, sta cambiando anche l’età in cui la malattia si manifesta: il 30% circa prima dei 50 anni, fuori quindi dall’età prevista dai programmi di screening mammografico. Tuttavia, grazie agli screening preventivi è salita anche la probabilità di guarire dal tumore al seno, probabilità che si attesta intorno al 90% dei casi, anche senza ricorso a interventi che deturpano l’estetica della donna. Risultati impensabili solo 20 anni fa quando il cancro al seno aveva una possibilità di guarigione del 30-35%.

    Partecipiamo, quindi, tutti attivamente agli eventi di divulgazione e prevenzione messi a punto per e dalla Lilt per la diagnosi e la prevenzione del tumore al seno.