Tumore alle ovaie: la diagnosi precoce è inutile

da , il

    Tumore alle ovaie: la diagnosi precoce è inutile

    Di tumore alle ovaie si parla troppo poco e purtoppo però è un altissimo pericolo per la salute perchè di questa patologia purtoppo si ammalano molte donne. Il cancro alle ovaie è una delle malattie di cui nel nostro paese ancora si muore molto. La statistica dice che ci sono circa 5 mila casi nuovi ogni anno e un numero di 3 mila morti all’anno, questo secondo i dati forniti dal Registro Nazionale dei tumori. La questione della diagnosi precoce non è chiara e dalle ultime ricerche mediche potrebbe essere addirittura inutile, inoltre non ci sarebbero fondi sufficienti per fare uno screening di massa, in pratica le analisi richieste e cioè le ecografie transvaginali, gli esami del sangue specifici per indivuduare il cancro e cioè il CA125, sono troppo costosi. Per di più la natura del tumore impedisce la diagnosi precoce perchè si può formare in pochissimo tempo, anche nel giro di qualche mese, quindi l’ecografia che è in grado di evidenziare il tumore anche in una fase iniziale, per un monitoraggio valido andrebbe ripetuta troppo spesso, aumentando enormemente i costi.

    Lo ha specificato anche il dott. Mario Sideri, direttore dell’unità di ginecologia preventiva dell’Istituto Europeo di Oncologia di Milano, in risposta alla domanda se l’ecografia può essere un valido mezzo per effettuare lo screening. Inoltre tantissime donne non hanno idea del problema e di che cosa sia di preciso il cancro alle ovaie: un recente sondaggio ha infatti messo in evidenza come le donne facciano spesso confusione tra la parola ovaio e utero con la convinzione che l’una sia il sinonimo dell’altra.

    Recentemente gli esiti di una ricerca australiana, mettono in dubbio il fatto che la diagnosi precoce del tumore alle ovaie potrebbe allungare la vita delle pazienti. Lo studio dice che una volta manifestati i sintomi del tumore, la diagnosi precoce ed un’immediata terapia non sono in grado di cambiare le aspettative di vita della paziente.

    Il consiglio che viene dall’American Cancer Society è di non aspettare se si soffre di dolori addominali, sanguinamento e poco appettito e di fare subito e tempestivamente un’ecografia per accertarsi che non si tratti proprio di tumore alle ovaie.

    Fonte: D-Repubblica