Unghie malate: patologie e malattie più comuni

da , il

    Unghie malate: patologie e malattie più comuni

    La salute passa anche dalle unghie, se le unghie sono malate, rispecchiano a volte una situazione interna non sana: infatti basta guardare lo stato delle unghie di piedi e mani per capire se il nostro organismo vive in uno stato di benessere oppure no. La sostanza che compone l’unghia è la cheratina e la lamina ungueale se è in salute, presenta una superficie liscia e lucida.
 Alla base c’è la caratteristica lunetta bianca detta anche ‘lunula’ che è la parte visibile della matrice ungueale, da cui ha origine l’intera unghia. Purtoppo sono varie le malattie e le patologie che possono colpire le unghie. Ma quali sono?

    Oltre alle malattie comuni delle unghie, ci sono anche quelle che potrebbero essere un allarme di situazioni gravi presenti all’interno dell’organismo, come la sindrome delle unghie gialle e le unghie incurvate che si associano ad affezioni broncopolmonari. Anche l’abitudine di mangiarsi le unghie, oltre ad essere un danno estetico per le unghie, potrebbe rappresentare anche un danno per la salute dell’unghia: in pratica non mangiarle è già un’ottima prevenzione contro l’insorgere di paltolgie. Bisogna anche dire che per tutti casi che vengono elencati di seguito, è necessario recarsi da un dermatologo che prescriverà una terapia adeguata per la guarigione.

    Unghia incarnita:

    patologia molto comune dove cui la lamina dell’unghia si infiltra lentamente nei tessuti provocando infiammazione e dolore.

    Unghia bianca:

    si presenta quando c’è un’infezione da lieviti e dermatofiti.

    Unghia rossastra:

    si manifesta in caso di malattia di Darier.

    Unghie con macchie bianche:

    Il detto popolare afferma che siano dovute a una carenza di calcio, ma non è così. Sono causate da bolle d’aria che si sono formate da traumi alla matrice dell’unghia e sono infatti più comuni nelle persone che lavorano molto con le mani, come artigiani e sportivi.

    Unghie fragili:

    si possono notare o con taglietti verticali o con uno sdoppiamento e sfaldamento della lamina. E’ più comune nelle donne, per questo è possibile che i responsabili siano solventi e detersivi. Per evitare il problema bisognerebbe utilizzare guanti di cotone, messi sotto a quelli in gomma.

    Unghie gialle:

    normalmente si hanno in caso di onicomicosi, psoriasi o abuso di tetracicline.

    Unghie brune :

    si manifestano a causa di traumi, in alcune infezioni da muffe, nella malattia di Laugier e nel melanoma dell’unghia.

    Unghie violacee o blu:

    se compare su tutte le unghie si tratta di insufficienza respiratoria o cardiaca.


    Unghie sottili:

    possono essere causate dalla malattia della pelle Lichen Planus che spesso è associata all’ epatite C.

    Unghie bucherellate:

    si trovano piccole depressioni sulla superficie dell’ unghia e sono tipiche della psoriasi. Spesso sono presenti anche macchie giallastre.

    Unghie a cucchiaio:

    le unghie si scavano nel centro a forma di cucchiaio. Può dipendere da traumi alle dita, ma se la causa non è questa, potrebbe essere carenza di ferro o problemi alla tiroide.

    Unghie a ‘ditale da cucito’:

    si manifestano con un aspetto smerigliato che sembra da abrasione e sono causate da psoriasi o alopecia.