Vivere a lungo: il segreto è nella Guinness

da , il

    Vivere a lungo: il segreto è nella Guinness

    Quando si riuscirà a trovare un metodo per convertire i grassi in sostanze nutritive ipocaloriche sarò la perosna più felice al mondo! Se poi si scoprisse che l’alcol allunga la vita, mi darei a bagordi e banchetti! Tutto un sogno? Non proprio..almeno per una vecchietta di Washington, negli Stati Uniti, tale Betsy Stanford, che ha compiuto ben 107 ruggenti anni grazie, pare, ad una costanza nell’ingurgitare Guinness e nell’assoluta inosservanza di tutte le regole alimentari. Insomma cibo, alcol e rock and roll per questa vispa signora che proprio non ne ha voluto sapere di condurre una vita regolare. Dal 1948.

    Allora, dalle sue parole pronunciate durante l’intervista la Washington Post, si capisce molto della personalità di questa centenaria: ‘Il segreto della mia longevità? Un cocktail di Ensure (uno shake ad alto contenuto proteico), un goccio di vaniglia, noce moscata e..Guinness. Io bevo birra scura, è quella che fa bene ragazza!’

    Ma il bere non è l’unica cosa che ama la signora Stanford: lei infatti ha adottato il tipico approccio ‘tutto ciò che ti fa male’ anche con il cibo, nel senso che da quando ha 45 anni, cioè dal lontano 1948, ha smesso di sacrificarsi e non si è mai tirata indietro davanti ad alcuna sorta di genere alimentare che l’aggradasse.

    Questa signora ha vissuto tutte e due le Guerre Mondiali e alla fine credo proprio che si meriti uno shake, una birra, una bella bistecca e quant’altro le vada. Altri consigli che ha dato riguardano però uno stile di vita sano dal punto di vista della cura del proprio corpo: a letto presto, sveglia presto, giocare a Scarabeo e fare le parole crociate. Se questa signora vive quanto una quercia, un motivo ci sarà!